Il Consiglio comunale approva il Bilancio di previsione e il DUP 2023-2025

  • Letto 659
  • Il sindaco Sisti: “Il bilancio di previsione non prevede nessun aumento di imposte e tasse ed è il risultato di una consistente manovra di contenimento delle spese e previsione prudenziale delle entrate”

    Sono stati approvati questo pomeriggio in Consiglio comunale il Bilancio di Previsione 2023-2025 e il Documento Unico di Programmazione 2023-2025.

    Il massimo consesso cittadino ha approvato il DUP 2023-2025 con 15 voti favorevoli, nessun astenuto e nove contrari e il Bilancio di Previsione 2023-2025 con 15 voti favorevoli, nessun astenuto e otto contrari.

    Le previsioni del Bilancio 2023-2025 sono state elaborate sulla base dei riferimenti strategici contenuti nelle Linee Programmatiche di Mandato 2021-2026 e della sua nota di aggiornamento, osservando i principi contabili generali ed applicati allegati al decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, e successive modificazioni.

    Come stabilito dall’art 162 comma 6 del TUEL, il Bilancio di Previsione è deliberato in pareggio finanziario complessivo per la competenza, comprensivo dell’utilizzo dell’avanzo di amministrazione e del recupero del disavanzo di amministrazione e garantendo un fondo di cassa finale non negativo.

    Il bilancio di previsione non prevede nessun aumento di imposte e tasse ed è il risultato di una consistente manovra di contenimento delle spese e previsione prudenziale delle entrate. Le previsioni di spesa corrente e di entrata corrente, seppur ridotte, sono coerenti con i vincoli contrattuali e con il loro andamento storicoha spiegato il sindaco Andrea SistiIl nostro bilancio inoltre è ancora gravato da scelte finanziarie che, in passato, hanno generato effetti negativi che gravano sulla attuale parte corrente. Nel corso dell’anno lavoreremo ulteriormente per alleggerire il bilancio di tali pendenze, in modo da colmare anche il disavanzo degli anni precedenti”.

    Gli investimenti ammontano a circa 70 milioni di euro, di cui 44 milioni relativi all’anno in corso e 26 agli anni precedenti, finanziati principalmente con i fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e del Piano Nazionale Complementare (PNC) a cui si aggiungono altri contributi regionali per il Sisma 2016 destinati ai comuni dell’area del cratere.​

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Carlo Neri 2024-04-23 07:23:14
    Liberazione da cosa? da chi? dallo "straniero" per cui è stato combattuto il Risorgimento e la prima guerra mondiale? In.....
    Alex 2024-04-20 21:19:21
    Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....
    Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
    Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
    Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
    I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
    TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....