Caso direttore musei, il centrodestra ancora contro il sindaco

  • Letto 504
  • Il comunicato stampa dei consiglieri Dottarelli, Cretoni, Grifoni, Imbriani e Profili 

    Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

    Una non verità tira l’altra, entrambe fanno un Direttore.
    Carta canta e villan dorme: il Sindaco Sisti al sorgere delle prime polemiche, il 27 marzo a mezzo stampa aveva annunciato una verifica bis sul bando del Direttore.

    A smentire le parole del Sindaco Sisti è la stessa dirigente responsabile del procedimento di nomina del nuovo direttore dei musei di Spoleto. A seguito di una nostra ennesima richiesta la dirigente riferisce, in merito al riaccertamento e alla verifica ulteriore annunciata dal Sindaco, che: “NON ESISTE ALTRO VERBALE OLTRE A QUELLO GIÀ INVIATO” della commissione esaminatrice.
    La mancanza di tale accertamento nei verbali consegnati significa che, contrariamente a quanto affermato pubblicamente da Sisti, nessuna richiesta di verifica bis è stata fatta e, dunque, nessun controllo ulteriore è stata eseguito dagli uffici.
    Un aspetto peraltro paradossale se si pensa che, a conti fatti, la decisione era già stata presa.

    Chiediamo pubblicamente il motivo per il quale il Sindaco abbia commesso una leggerezza come questa, dichiarando cose non vere come testimoniato dai suoi stessi uffici.

    Questo ennesimo episodio è la dimostrazione che questa Amministrazione ha, di fatto, affrontato la gestione della direzione museale in ottica approssimativa e discutibile, a discapito degli interessi dei cittadini, mettendo in scena un bando e una procedura in salsa PD, solo per nascondere una decisione già presa ma per la quale non hanno avuto il coraggio di assumersi le proprie responsabilità.

    Questa non è la sola scorrettezza, infatti il 27 marzo, il giorno successivo all’annuncio della nomina del nuovo direttore Verini sui giornali, la stessa Dirigente aveva dichiarato di differire la richiesta di acquisire i curricula dei partecipanti al bando, perché la commissione esaminatrice non aveva finito il proprio lavoro.
    Peccato che dal verbale della commissione, a noi consegnato risulti che il 21 marzo, la stessa aveva finito di esaminare tutto e redatto la relativa graduatoria.
    A noi questi comportamenti risultano incomprensibili, e non comprendiamo cosa si voglia coprire con queste dichiarazioni, smentite dagli stessi uffici comunali.

    E sinceramente dopo che la maggioranza ci ha negato di discutere la mozione in consiglio comunale per verificare e discutere con tutto il consiglio se in autotutela si potesse intervenire e annullare la procedura, la nostra azione politica è terminata.
    Stiamo solo raccogliendo le ultime informazioni per chiedere a chi di dovere di verificare la congruità dei comportamenti messi in campo dalla struttura e dal Sindaco Sisti.
    Se volevano evitare una figuraccia, ebbene appare evidente che non ci sono riusciti.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Alex 2024-04-20 21:19:21
    Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....
    Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
    Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
    Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
    I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
    TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-11 09:58:47
    Avete già firmato il 22 ottobre 2020, con la chiusura dell' Ospedale San Matteo. Ci basta quella per conoscere gli.....