Il Comitato viaggiatori Spoleto ribadisce le priorità per il trasporto ferroviario

  • Letto 966
  • Il potenziamento delle infrastrutture fondamentale per lo sviluppo dell’Umbria

    Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa del Comitato viaggiatori Spoleto:

    IL POTENZIAMENTO DELLE INFRASTRUTTURE FONDAMENTALE PER LO SVILUPPO DELL’UMBRIA. IL COMITATO VIAGGIATORI DI SPOLETO RIBADISCE LE PRINCIPALI PRIORITÀ PER IL TRASPORTO FERROVIARIO

    Carta Tutto Treno
    La carta tutto treno, emessa dalla Regione Umbria per dare la possibilità ai viaggiatori di accedere agli Intercity e Frecciabianca è una delle più care d’Italia ed a seguito degli ultimi interventi è diventata mediamente più costosa, senza miglioramenti per qualità e tempo di percorrenza. Invece di attrarre ed ancorare al territorio persone che lavorano fuori Regione e che pagano le tasse in Umbria, si sta disincentivando la possibilità di rimanere a vivere nella nostra Regione.

     

    Da sottolineare inoltre che per qualche oscuro problema burocratico la stazione di Spoleto non è più autorizzata ad emettere la Carta e si costringono gli abitanti del territorio e della Valnerina a recarsi in altre città.

    Infrastrutture
    Si attende il completamento dei lavori della tratta di 8 chilometri Campello – Spoleto, in corso da 19 (diciannove!) anni.
    Chiediamo di finalizzare urgentemente un progetto per il raddoppio Spoleto Terni, e selettivo Foligno Perugia, che sembrerebbero accantonati.
    Ricordiamo che le linee Orte – Falconara e Foligno – Terontola attraversano le principali e più popolose città della nostra Regione e sono le uniche importanti trasversali di collegamento tra Lazio, Umbria e Marche.

     

    Ringraziamo vivamente Trenitalia per aver ripristinato la fermata del Frecciabianca Roma – Ravenna a Spoleto che costituisce un significativo miglioramento, ma c’è la necessità di altri collegamenti di qualità. I viaggiatori, e specialmente chi si reca tutti i giorni al lavoro fuori Regione, hanno bisogno, lo ripetiamo, di collegamenti diretti , veloci e di qualità.
    L’Umbria, ed in particolare il comprensorio di Spoleto e Valnerina, ha bisogno di ritornare al centro della mobilità ferroviaria, trascurata da troppo tempo, anche considerando la grave situazione post sisma in cui versa il territorio.

    Il Comitato viaggiatori Spoleto

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
    Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
    Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
    I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
    TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-11 09:58:47
    Avete già firmato il 22 ottobre 2020, con la chiusura dell' Ospedale San Matteo. Ci basta quella per conoscere gli.....
    Trevi, al via domani in Umbria una due giorni di convegno sul tema "La cooperazione internazionale come strumento di sviluppo". Notizie da entrambi i mondi - GORRS 2024-02-29 23:47:10
    […] Source link […]