Elisa Sabbatini: “Questa scuola è per noi una rinascita, un punto zero e un investimento sul futuro dei nostri figli”

  • Letto 531
  • Inaugurato il nuovo plesso scolastico di Castel Ritaldi – foto 

    Sabato 21 agosto, si è tenuta la cerimonia di inaugurazione del nuovo Plesso Scolastico G.Parini di Castel Ritaldi.
    In ragione dell’emergenza epidemiologica in corso, l’iniziativa è stata organizzata nel rispetto delle disposizioni anticovid.
    Erano presenti il Sindaco Elisa Sabbatini la giunta e tutta l’amministrazione comunale, la Dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo Melanzio-Parini, Il prefetto Armando Gradone, il Consigliere Regionale Mancini, Dirigente regionale all’istruzione dott. Merli, tutte le autorità militari oltre ai sindaci limitrofi al territorio di Castel Ritaldi.

    La scuola finanziata con fondi Miur per 2763000000 circa verrà aperta alle lezioni a partire dal 13.09.2021 ed è una struttura Xlam in legno , si sviluppa su un unico piano dotata di ampie aperture ed alcune delle quali apribili in maniera elettrica.
    È dotata di pannelli solari e di un sistema
    all’avanguardia antincendio.
    Inoltre si e’ data importanza alla cura degli spazi esterni che verranno utilizzati nel periodo estivo a servizio delle famiglie, garantendo la possibilità di svolgere attività all’ aperto in completa sicurezza rispetto alla zona parcheggio auto oltre al giardino dotato di impianto automatico di irrigazione
    Verrà installato fuori dal plesso un depuratore d’acqua/fontanelli per poter sensibilizzare i bambini alla tutela di questo bene prezioso, evitando l’utilizzo della plastica preferendo
    l’uso delle borracce.
    A conclusione dei lavori, sono stati anche ripensati e completamente arredati gli spazi interni, secondo un nuovo progetto frutto del lavoro di una riflessione e di un progetto atto a soddisfare i nuovi canoni di didattica in cui al centro ci sono i bambini e le bambine, i loro interessi, i bisogni, la cura dei dettagli e il senso di accoglienza. Le stanze sono state arredate in base all’età dei bambini che le frequentano, privilegiando arredi con forme armoniche, essenziali e con colori tenui.
    L’acquisto degli arredi è stato finanziato con risorse comunali.
    A partire da settembre, dunque, bambini ed insegnanti riprenderanno possesso della scuola trovandola completamente nuova e accogliente.


    Commenta il Sindaco Elisa Sabbatini: ” Questa scuola è per noi come amministrazione, una rinascita, un punto zero e un investimento sul futuro dei nostri figli. E’ pensata per rispondere ai più elevati sistemi di apprendimento anche informatici e lo scopo comune alla scuola è quello di dare supporto anche alle famiglie, infatti già da quest’anno partirà il tempo prolungato per le prime classi, ma non solo… vogliamo che questa struttura così pensata divenga attrazione anxhe per le famiglie dei comuni limitrofi perché Castel Ritaldi ha bisogno di riguadagnare il futuro, dopo un’ emigrazione importante di alunni in altri plessi in questi ultimi 5/6 anni.
    Ci tengo a precisare che i tempi di consegna si sono dilungati di qualche mese per delle scelte che hanno portato a delle lavorazioni aggiuntive rispetto al progetto esecutivo con lo scopo di rendere la struttura sotto alcuni aspetti più funzionale, e comunque necessarie. Tali scelte sono state condivise con L’ufficio tecnico, la direzione lavori e la task force ministeriale che ci ha dato un supporto importante.
    Queste lavorazioni migliorative hanno portato ad una variante non sostanziale da codice degli appalti ma importante approvata con nulla osta da parte dello stesso Ministero.
    Come nelle migliori squadre, nei migliori cori, l’elemento vincente è sempre la collaborazione e lo spirito di confronto.
    Mi permetto di affermare, anche se secondo alcuni sembrerà esuberante, che QUESTA SCUOLA LA CONSIDERO un po’ la nostra creatura, un obiettivo che a questo punto possiamo affermare di aver centrato.
    Perciò, da oggi la Comunità di Castel Ritaldi ha una nuova struttura scolastica, curata, in sicurezza, funzionale ed esteticamente degna di rappresentare il fiore all’occhiello del comune e dei territori vicini.
    L’amministrazione sta portando avanti altri lavori come quelli che inizieranno a breve nella struttura a fianco, fino a ieri scuola secondaria di primo grado e ci stiamo adoperando al recupero dei fondi per la scuola dell’infanzia. Un po’ per volta, e con la comprensione di tutti riusciremo a portare a termine tutto.
    Quindi concluderei con un bel grazie ai tecnici che hanno lavorato nella prima fase di richiesta dei fondi e dopo nella fase della realizzazione”.


    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Carlo neri 2021-08-22 07:48:48
    Eccheporc...me lo dici il giorno dopo?
    Eugenia Serafini 2021-08-18 10:00:46
    Non mi è chiaro il rapporto Festival di Spoketo 2021 e Premio Nobel . Eugenia Serafini
    Aurelio Fabiani 2021-08-14 20:44:53
    Zitti! E verognateve!
    Giovanni Cameli 2021-08-09 17:04:50
    Complimenti vivissimi per l'incarico ricevuto. Mi ricordo di te quando eri allievo del "Capitano" ai tempi del collegio; eri molto.....
    giorgio proietti 2021-08-02 11:46:07
    perchè parlare a vanvera sapete come sono successe le cose?