“No alla chiusura della filiale del Banco Desio di Castel Ritaldi”

  • Letto 214
  • La Lega sostiene la raccolta firme

    La Lega Quattro Borghi sostiene l’iniziativa della giunta di Castel Ritaldi che ha promosso una raccolta firme per dire ‘no’ alla chiusura della filiale locale del Banco Desio. “Lo sportello bancario rappresenta un punto di riferimento e garantisce un servizio fondamentale per cittadini, famiglie e imprese anche del territorio circostante – spiega la referente provinciale Lega Perugia, Manuela Puletti insieme al referente Lega Quattro Borghi, Alessandro Becchetti – La chiusura del presidio potrebbe arrecare problemi non marginali soprattutto ad anziani e alle fasce deboli della popolazione costrette a rivolgersi agli sportelli dei comuni limitrofi. Non è giusto che gli abitanti di Castel Ritaldi vengano danneggiati da logiche di profitto che non tengono conto delle persone. Saremo al fianco del sindaco Elisa Sabbatini in questa battaglia e invitiamo i cittadini a sostenere la raccolta firme promossa dalla Giunta comunale presso piazza dei Partigiani in località La Bruna così come abbiamo fatto anche noi”.


    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    carlo 2021-06-11 16:33:03
    Ho visto spesso, dato che ci passo quasi tutte le mattine, qualche operaio a estirpare queste erbacce, ma poi ,.....
    carlo 2021-06-11 16:28:35
    E poi mi vengono a parlare di "digitalizzazione"| Ma dove, se le strutture sono ancora quelle dei tempi di Marconi?
    Aurelio Fabiani 2021-06-09 12:59:23
    Di nuovo il Centro sinistra. Cioè la solitaminestra liberale e liberista che dietro la difesa dei diritti civili nasconde la.....
    Paolo Marchetti 2021-06-09 06:10:45
    Giovanni Falcinelli non è stato solo un maestro di musica. Giovanni Falcinelli è stato innanzitutto un grande educatore per generazioni.....
    Aurelio Fabiani Casa Rossa 2021-05-25 08:40:16
    Si delude chi si illude. Questo debito per la città è colpa anche di chi ha dato credito alle promesse.....