Crisi Ase: tra dilettantismo e superficialità del Sindaco Sisti

  • Letto 460
  • La nota stampa del Capogruppo di Fratelli d’Italia, Alessandro Cretoni 

    Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

    Il teatrino dell’assurdo ha messo a nudo i propri attori.

    Ennesima promessa non mantenuta ed inevitabilmente la situazione è implosa.

    Constatiamo con amarezza che i Sindacati hanno ufficializzato il proprio stato di agitazione su A.SE. SPOLETO per il mancato rispetto degli impegni sottoscritti nel verbale dell’incontro con le sigle sindacali e l’amministratore Unico nel quale si erano indicate le tempistiche di pubblicazione del bando di concorso per assunzioni necessarie entro il 31 ottobre 2023.

    Ma A.SE.  non era azienda strategica per Spoleto ? Non doveva essere potenziata ? Non si era parlato più volte di modificarne la natura societaria prevedendo la redazione di un piano industriale per esprimerne al meglio le potenzialità ?

    Lo abbiamo chiesto a gran voce più volte nei vari consigli comunali senza avere alcuna risposta da parte del Sindaco.



    È così, dopo due anni di amministrazione Sisti, ci ritroviamo con un azienda che opera senza chiarezza nella gestione dei contratti, spogliata dei servizi di gestione teatrali, con il tentativo fallito di spogliarla anche dei servizi della pubblica illuminazione, con il taglio del contratto di global-service per circa 200.000 euro e con la mancanza dei fondi necessari per coprire i lavori di decespugliazione delle strade per circa 300 km dei 35 previsti dal contratto oltre i numerosi lavori extra, commissionati a chiamata dal Sindaco stesso e mai contestati.

    Tra silenzi e promesse non mantenute siamo così arrivati a pochi giorni dalla scadenza delle variazioni di bilancio del 30 novembre che avrebbero consentito di individuare risorse per garantire la copertura del disavanzo della municipalizzata e la continuità dei servizi garantendo per l’anno in corso almeno la chiusura in pareggio.

    Viceversa ci ritroviamo con le sigle sindacali che hanno proclamato lo stato d’agitazione con una richiesta di incontro nella conferenza dei capigruppo rimasta inevasa da ormai due settimane.

    È’ inaccettabile ed intollerabile tale atteggiamento che innanzitutto lede la dignità di 40 lavoratori e delle rispettive famiglie che sono coinvolte in questa vicenda oltre quella del consiglio comunale che attende invano risposte da ormai due anni attestando il dilettantismo e la superficialità del Sindaco Sisti.

    Alessandro Cretoni
    Capigruppo Fratelli d’Italia Spoleto

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Aurelio Fabiani 2024-02-07 08:55:12
    Il PD il nulla, sicuramente troppo, troppo poco,tardi e male e con strani mal di pancia. La Destra il tutto,.....
    Aurelio Fabiani 2024-02-02 20:14:13
    LA TESEI DI NASCOSTO VIENE ALL' OSPEDALE PER NON FARSI MALE. All' oscuro di tutti una volta arrivavano i ladri......
    Aurelio Fabiani 2024-02-01 12:32:14
    BASTA CON QUESTO RIMPALLO DI RESPONSABILITÀ. LA LOTTA DEVE ESSERE PER GARANTIRE A OGNI TERRITORIO E A OGNI OSPEDALE DELLA.....
    AURELIO fABIANI 2024-01-19 18:15:42
    ABBIATE LA DECENZA DI FARE SILENZIO! Voi Governo del: " MI FACCIO GARANTE CHE TUTTO TORNERA' COME PRIMA, TUTTI I.....
    Aurelio Fabiani 2024-01-10 16:26:17
    Meglio tardi che mai. IERI I COMITATI SI SONO CONFRONTATI COL SINDACO. ADESSO VEDIAMO CHI VIENE A PERUGIA A CANTARLE.....