Blanca Li al Festival dei Due Mondi: danzare nel metaverso con gli abiti di Chanel

  • Letto 145
  • Un’esperienza immersiva, partecipativa e interattiva creata
    dalla impetuosa coreografa andalusa Blanca Li
    per scoprire la realtà virtuale attraverso la danza e la musica

    Dal 24 giugno al 10 luglio il Festival dei Due Mondi di Spoleto presenta Le Bal de Paris de Blanca Li, spettacolo immersivo in realtà aumentata la cui anticipazione alla 78ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia ha vinto il Leone d’Oro nella sezione “Venice VR Expanded”. Per 15 giorni, in diversi turni tra mattina e pomeriggio nella Sala XVII settembre del Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti, gli spettatori sono invitati a partecipare al ballo ideato dalla coreografa spagnola Blanca Li, dove reale e virtuale coesistono in un metaverso – al contempo rétro, futuristico, classico, contemporaneo – creato digitalmente: grazie all’uso di visori ottici e di sensori di movimento, sarà possibile non solo assistere all’azione scenica, ma anche esserne protagonisti ballando e interagendo con i danzatori dal vivo. I costumi sono realizzati da CHANEL con la partecipazione di Almée Moreni, la direzione musicale e le musiche originali sono di Tao Gutierrez, Vincent Chazal cura la creazione visual mentre lo sviluppo della realtà virtuale è stato seguito da BackLight Studio.
     
    Ginnasta, ballerina, coreografa e regista, Blanca Li incarna come poche l’incontro di esperienze artistiche diverse. «Avevo voglia di creare uno spettacolo che non esistesse ancora e che non avrei potuto immaginare vent’anni fa: è questo che mi entusiasma» racconta a proposito del suo nuovo spettacolo, ideato dopo Elektrik, Solstice, Goddesses & Demons, un duetto sulla femminilità danzato insieme all’Etoile del Bolshoi Ballet Maria Alexandrova, e Robot!, in cui combina coreografie per danzatori e il robot umanoide NAO.

    Allieva di Martha Graham, si è esibita in centinaia di luoghi in tutto il mondo con diciassette creazioni. Per il cinema, la musica e la moda, ha collaborato come coreografa con, tra gli altri, Pedro Almodovar, Jean-Jacques Annaud, Michel Gondry, Daft Punk, Paul McCartney, Beyoncé, Blur, Coldplay, Jean-Paul Gaultier, Azzedine Alaïa, CHANEL e Stella McCartney.
    Tra gli altri premi per il suo contributo alle arti e alla danza è stata nominata Chevalier de la Légion d’Honneur dal presidente François Hollande e ha ricevuto la Medalla de Oro el Mérito de las Bellas Artes dal re Juan Carlos in Spagna.
     
    La 65a edizione del Festival dei Due Mondi di Spoleto s’inaugura venerdì 24 giugno alle ore 19.30 in Piazza Duomo con il concerto della Budapest Festival Orchestra diretta da Iván Fischer.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Francesco 2022-05-23 08:10:44
    Questa proposta "futurista" della mototerapia la trovo alquanto singolare anche per il fatto che, pur essendo, le moto, dei mezzi.....
    Francesco 2022-05-18 23:11:12
    Si, è una bella iniziativa, ma mi chiedo se convegni come questo serviranno a far si che la Spoleto-Norcia possa.....
    Giorgio proietti 2022-05-06 07:44:20
    Pover fratello mio
    fabien 2022-04-09 10:16:14
    Ma guarda un po', per il Mattatoio, i soldi ci sono grazie all interessamento della silente Agabiti(sulla vicenda dell'ospedale di.....
    Aurelio Fabiani 2022-04-02 17:20:04
    Bene, è importante solidarizzare con chi scappa dalla guerra, ma ci sarebbe piaciuto che i Grifoni di tutta la terra.....