Vicenda A.Se.: anche il Movimento 5 stelle dice la sua

  • Letto 841
  • Riceviamo e pubblichiamo:

    Non ci siamo uniti al comunicato dell’opposizione sulle modifiche allo statuto dell’ASE che ne celebra la piatta conformità alla riforma Madia.

    Come non possiamo accettare che una Giunta, formata in gran parte da personalità candidate in liste civiche che avrebbero dovuto avere mani e testa libere da compromessi, si rimangi tutti gli impegni assunti in campagna elettorale sul riassorbire quella “partecipata-carrozzone” creata dallo stesso PD nelle amministrazioni precedenti.
    Che dire poi dello strano caso del consigliere Capitani (PD)? Prima presenta degli emendamenti al testo dello statuto ASE, poi però non fa in tempo a votarli perché esce dall’aula. Intanto veniamo a sapere dal Presidente del Consiglio, che contatta Capitani al telefono, che per il Consigliere Dem. l’esito della votazione sarebbe “indifferente”. I suoi stessi compagni di partito ne restano interdetti e alla fine devono optare per l’astensione sugli emendamenti, mentre tutto il Consiglio li boccia.
    Insomma, 5 ore di consiglio dove non è stata data risposta nemmeno alle comunicazioni dei Consiglieri Comunali perché presenti in quel momento solo gli Assessori Loretoni e Profili. Tutti gli altri, con gran tempismo, sono arrivati solo a comunicazioni finite.
    5 ore di Consiglio, di lunedì mattina, per trattare un unico punto all’ordine del giorno, quello dell’ASE, e lasciare in sospeso ancora, dopo mesi, le dimissioni di Lisci (PD) dalla Presidenza della Commissione Controllo e Garanzia; una Commissione che si è riunita due volte in due anni, e che non ha mai prodotto la relazione annuale prevista dal regolamento.
    Manco a dirlo, non sono state discusse le mozioni agli ordini del giorno 3 e 4 che avrebbero portato in Consiglio le tematiche relative all’ospedale. Allora, forse, servirebbe un esame di coscienza da chi oggi raffigura la maggioranza nel Consiglio Comunale ma anche da parte di quei partiti che rappresentano un’enorme fetta della cittadinanza. Noi non possiamo supportare né l’una né l’altra parte.

    BANNER-DUE-MONDI

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Sonia Comessatii 2019-10-15 22:00:10
    Non mi sembra un atto serio e circostanziato se non fanno il nome dell'assessore competente. Chi è? Lavori pubblici? Scuola?
    Stefano Conti 2019-10-15 17:08:07
    prima la cina con brunini e poi non si è fatto niente, poi dovevano salvare la minerva e anche li.....
    Anna 2019-10-09 23:42:41
    Buonasera volevo informarvi che il cognome Non bellomo ma belluomo riferendomi al articolo sul artista corrado belluomo.
    Marco Morichini 2019-10-08 22:50:46
    Spero che la notizia del raddoppio ferroviario Terni-Spoleto non sia solo campagna elettorale!
    daisy 2019-09-11 18:20:47
    Per caso fra i vari artisti c'è anche FABRIZIO CONSOLI? l'ho sentito in Germania dove è famosissimo . Grazie