Scheggino protagonista a “La prova del cuoco”

  • Letto 223
  • BANNER-DUE-MONDI-NEWS-SPOLETO

    Il territorio di Scheggino è protagonista in questi giorni su Rai Uno, grazie a “La prova del cuoco”. Da lunedì, infatti, la nota trasmissione culinaria della rete ammiraglia Rai ospita la trasferta in Valnerina dell’inviato Andrea Lo Cicero alla scoperta del territorio italiano e delle tradizioni locali. Ad accompagnare l’ex rugbista e conduttore attraverso Scheggino ed i sapori tipici umbri sono, fino a venerdì, due cuochi locali: Fabrizio Petrucci e Guglielma. Tra i piatti cucinati e di cui vengono svelate le ricette ci sono il piccione ripieno, specialità dell’Umbria,  la trota al tartufo, tra i piatti simbolo di Scheggino che unisce il diamante nero della terra alle trote del fiume Nera, e le immancabili tagliatelle al tartufo.

    “Per il nostro territorio – è il commento del sindaco di Scheggino, Paola Agabiti –  la presenza per un’intera settimana all’interno di una storica trasmissione tv come ‘La prova del cuoco’ è una grande occasione di promozione. Anche gli spettatori di Rai Uno possono così scoprire la bellezza del nostro piccolo borgo dove natura, storia ed enogastronomia si sposano in modo sorprendente”.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Roberta Privitera 2018-12-07 21:25:18
    In un pianeta al collasso a causa delle politiche energetiche sbagliate, se non folli, bisogna far sentire forte la voce.....
    Giuliano 2018-12-06 20:05:03
    Comune sindaco.. Consiglieri... Amministratori.. Dovete solo dire grazie a chi mette soldi. Tempo. Passione. Energia per lo spoleto calcio.. Venite.....
    Antonio Sbicca 2018-12-06 19:41:40
    Io mi domando con che criterio parlate voi del Comune i diretti interessati non vi vedete mai allo Stadio nessuno.....
    Fabrizio Cassoni 2018-11-17 06:43:23
    Ancora una volta la nostra SPOLETO è rimasta esclusa e snobbata dalla provincia e dalla regione. A mio avviso occorre.....
    Simo 2018-09-13 13:58:27
    Ma PRENDEREMO il 35% dello stipendio