Ricostruzione sisma, ultime fasi di progettazione per Basilica San Salvatore, Palazzetto Ancaiani e Teatro del San Nicolò

Interventi per oltre 3.500.000 euro. L’inizio dei lavori previsto tra le fine dell’estate e dicembre 2022 

Proseguono le progettazioni per la sistemazione dei danni causati dal sisma 2016 agli edifici pubblici e ai beni culturali. In base allo stato d’avanzamento delle procedure in corso, tra l’estate e la fine del 2022 dovrebbero partire i lavori per la Basilica di San Salvatore, il teatro del Complesso Monumentale di San Nicolò e Palazzetto Ancaiani in piazza della Libertà.

Attualmente per San Salvatore, dove sono previsti interventi di miglioramento sismico con il consolidamento delle murature, delle volte a crociera degli absidi laterali e del tetto della navata centrale, si sta effettuando la verifica della progettazione esecutiva che, entro marzo, verrà approvata dalla giunta comunale. Prima della pubblicazione della gara per l’affidamento dei lavori (l’importo è di € 1.200.000,00), prevista comunque entro maggio, sarà compito dell’Ufficio Speciale Ricostruzione (USR), a cui la direzione tecnica, così come all’Anac, invierà tutta la documentazione, avviare l’istruttoria. Con queste tempistiche è realistico ipotizzare l’inizio dei lavori entro l’estate di quest’anno. La durata dell’intervento è stimata in 12 mesi.

Per quanto riguarda il teatro del San Nicolò, il cui intervento è stato finanziato con € 1.301.467,12, gli uffici tecnici stanno lavorando alle integrazioni al progetto definitivo richieste dall’USR. Superata questa fase verrà redatto il progetto esecutivo per il consolidamento delle murature, delle travi delle capriate e per l’intervento sulle fondazioni che servirà a stabilizzare la facciata del Chiostro. In questo caso, essendo in fase di ultimazione la fase della progettazione definitiva che precede quella esecutiva, servirà attendere la fine dell’anno per vedere l’inizio dei lavori.

Situazione analoga per Palazzetto Ancaiani. Qui il miglioramento sismico (l’importo è di € 1.140.587,85) richiederà una serie di interventi di rinforzo delle murature, in particolare per quelle di sostegno alle scale e il rifacimento del solaio del primo piano con l’alleggerimento delle volte nei locali che si affacciano su piazza della Libertà. Entro pochi giorni, presumibilmente entro febbraio, la giunta comunale approverà il progetto definitivo, per permettere poi ai progettisti di lavorare all’esecutivo che sarà pronto entro la fine di maggio. La gara per l’affidamento dei lavori verrà pubblicata tra settembre e ottobre, con l’inizio dell’intervento previsto entro la fine del 2022. 

La mole di lavoro che il Comune sta gestendo in questa fase è senza dubbio notevole – ha dichiarato il sindaco Andrea Sistitra gli interventi post sisma e quelli che stiamo programmando in funzione dei finanziamenti che stanno arrivando con il PNRR siamo in una fase di definizione del futuro della città. La struttura sta lavorando con grande professionalità per cercare di accelerare i tempi e arrivare quanto prima all’affidamento dei lavori”.

Share

Related Post

Related Blogpost

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commentiultimi pubblicati

Carlo Neri 2024-04-23 07:23:14
Liberazione da cosa? da chi? dallo "straniero" per cui è stato combattuto il Risorgimento e la prima guerra mondiale? In.....
Alex 2024-04-20 21:19:21
Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....
Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....