Prospina40, la montagna vive tra profumi di tartufo la sua quarantesima candelina

Di Lia Novisa

40 anni di storia, tartufi, profumi di
bosco, cultura, appennini, trail, pane, olio, vino, patate, lenticchie, arte, musica, folclore, montagna.
Presidente della Proloco Spina di Campello, da quarant’anni vigile custode dell’ameno territorio montano, è Santino Fortunati, un uomo che ha dedicato tutte le energie possibili per tenere alto l’onore del borgo di montagna, credendo fortemente nelle potenzialità di Spina di Campello e per onorare il quarantesimo, si è avvalso della direzione artistica di Mariolina Savino, esperta di comunicazione e creazione eventi.
Il programma composito e ambizioso presentato nel mese di Dicembre all’amministrazione comunale di Campello rappresentata dal vice sindaco Sergio Guerrini e dal Sindaco Maurizio Calisti e tutta la Giunta, vedrà protagoniste le Poste Italiane con un annullo postale dedicato alla longeva manifestazione, l’umbra Miss Italia Francesca Testasecca protagonista nell’evento, la premiazione del Presidente delle Città del Tartufo, la partecipazione delle proloco italiane, uno ampio spazio dedicato all’arte con una estemporanea con premi importanti e il tartufo d’oro opera dell’inventiva di Spoleto Gioielli, oltre a mostre collettive e di fotografia.
Ampia pagina per lo sport grazie al
un memorial dedicato al prof. Mario De Paolo e Filippo Stocchi, entrambi papà di Marco De Paolo e Sergio Stocchi, due atleti che organizzano il Trail delle Terre del Tartufo in loro onore con l’aiuto di Francesco Bellingacci e della Pro Loco di Acera, Campello e Spina.
L’evento avrà uno scopo filantropico offrendo il ricavato alla Fondazione Fibrosi Cistica Italiana e all’Associazione Aglaia di Spoleto.
Moto e auto d’epoca giungeranno nella piazzetta mentre diversi gruppi folcloristici in costume danzeranno spuntando per incanto da quattro cantoni animando la piazza del borgo.
La tradizione nazionale popolare, sarà tenuta alta dagli “stornellatori romani” che divertiranno i presenti con le “loro cantate ad personam.”
La Sagra da sempre famosa per il tartufo, vedrà grandi protagonisti anche i tipici di montagna e delle verdi colline del campellino con stand in piazza e le pietanze gustose che a pranzo e a cena saranno servite nella comoda taverna.
Convegni con gli esperti Manna e Agostino Lucidi e con il GAL Valle Umbra e Sibillini e Città del Tartufo, il panel test a cura di Angela Canale con Movimento Turistico Olio e una serie di iniziative culturali come il concertino della scuola di musica di Campello che si terrà nella serata finale del 6 agosto.
Il programma sarà presentato in una conferenza stampa in luglio nella sala della Provincia di Perugia e in Comune a Campello.
Grandi protagonisti e patrocinanti dell’evento la Regione Umbria e Giunta Regionale, il GAL Valle Umbra e Sibillini, le Città del Tartufo,
l’Eco Museo, Associazione Pietro Fontana, la Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto, l’Unpli Umbria,
il Comune di Campello. Ideatori e promotori dell’evento rappresentati dalla Pro Loco Spina Aps e il Movimento Artistico Culturale Carapace Mac Art.

Share

Related Post

Related Blogpost

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commentiultimi pubblicati

Alex 2024-04-20 21:19:21
Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....
Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....
Aurelio Fabiani 2024-03-11 09:58:47
Avete già firmato il 22 ottobre 2020, con la chiusura dell' Ospedale San Matteo. Ci basta quella per conoscere gli.....