Piccioni e Cintioli: “Nella Conferenza dei sindaci sulla sanità un’altra azione ostile nei confronti di Spoleto”

  • Letto 387
  • Il comunicato stampadel gruppo consiliare Insieme per Spoleto 

    Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

    Con la nomina del Presidente e dei componenti del Consiglio di rappresentanza nella conferenza dei Sindaci, si è perpetrata un’altra azione ostile nei confronti della città di Spoleto.
    La conferenza dei Sindaci ha tra le altre cose il compito di esprimersi sul Piano Sanitario Regionale e di contribuire a delineare le linee di indirizzo e di attività dell’ASL.
    La città di Spoleto si trova fuori da questo organismo per una arrogante e miope scelta dei rappresentanti dei Comuni amministrati dalla destra.
    Il tema del drammatico isolamento della città è stato più volte da noi sollevato in Consiglio Comunale, ma nulla è stato fatto per cercare di rompere questa condizione che penalizza la nostra comunità.
    La nomina dei rappresentanti dei comuni di Foligno, Trevi, Orvieto e Montecastrilli non solo penalizza la nostra città ma anche tutti quei territori che storicamente gravitano intorno ad essa, primi tra tutti i territori della Valnerina.

    È passato quasi un anno dal Consiglio Comunale aperto sul tema Sanità e già in quell’occasione non avevamo potuto non notare come Spoleto sembrasse una realtà totalmente isolata ed incapace di interloquire con le altre realtà territoriali a noi limitrofe. Proprio in quell’occasione è stato evidente come la città di Spoleto è risultata abbandonata anche dalla quasi totalità dei Sindaci di tutto il comprensorio.
    Spiace dover constatare che le nostre critiche e le nostre preoccupazioni, ignorate ed affrontate con sufficienza e pressappochismo, erano fondate.
    Proprio alla luce di quelle nostre preoccupazioni vogliamo esprimere il nostro disappunto per quanto avvenuto e confermare, come sempre detto, che saremo dalla parte del Sindaco se deciderà di schierarsi a difesa degli interessi della Città di Spoleto senza tentennamenti o inutili ambiguità.
    L’immobilismo del Sindaco e della sua amministrazione in questa prima parte di consiliatura hanno sicuramente indebolito la città di Spoleto. Speriamo che dopo l’ennesimo schiaffo che la destra Umbra regala alla città di Spoleto ci sia un cambio radicale nell’atteggiamento del Sindaco e della sua
    amministrazione.
    Il tema della sanità è un tema troppo importante per la nostra comunità e siamo convinti che sui temi di interesse generale (sanità, scuole, lavoro, tribunale…) sarebbe necessario che tutte le forze politiche siano unite e messe nella condizione di poter dare il proprio contributo, senza tatticismi ed inutili quanto
    infantili giochini politici.


    Paolo Piccioni
    Giancarlo Cintioli

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
    Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
    Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
    I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
    TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-11 09:58:47
    Avete già firmato il 22 ottobre 2020, con la chiusura dell' Ospedale San Matteo. Ci basta quella per conoscere gli.....
    Trevi, al via domani in Umbria una due giorni di convegno sul tema "La cooperazione internazionale come strumento di sviluppo". Notizie da entrambi i mondi - GORRS 2024-02-29 23:47:10
    […] Source link […]