Musica in lutto, addio al Maestro Alberto Maria Giuri, grande amico di Spoleto

  • Letto 9675
  • BANNER-DUE-MONDI-NEWS-SPOLETO

    Direttore d’Orchestra, ospite per ben 7 edizioni del Festival dei Due Mondi

    (DMN) Spoleto – se ne va un pezzo di storia del Festival dei Due Mondi. È di poco fa la notizia della prematura scomparsa , avvenuta all’età di 59 anni,  all’Ospedale Cristo Re, in Roma, del Maestro Alberto Maria Giuri, Direttore d’Orchestra, ospite per ben 7 edizioni del Festival (’90; ’91; ’92; ’96, al termine del quale viene insignito del prestigioso “Premio Pegasus”; ’98; ’99; ’00).

    Conosciuto dal grande pubblico anche con lo pseudonimo di Alma, il Maestro Giuri era da sempre legato alla  città di Spoleto ed al fondatore del Festival dei Due Mondi, Gian Carlo Menotti che più volte ha definito “Maestro e amico paterno”.

    [wp_bannerize group=”Articoli-600×150″ random=”2″ limit=”1″]

    La sua ultima apparizione ufficiale in città è datata 16 settembre 2017, quando nella Chiesa di Sant’Eufemia diresse l’Ensemble “Gian Carlo Menotti”, fondato e costituito sotto la Direzione Artistica e Musicale dello stesso M° Giuri,  nel Concerto in memoriam Gian Carlo Menotti” a dieci anni dalla scomparsa del grande compositore. Il concerto si concluse con una composizione in prima esecuzione assoluta di Alberto Maria Giuri, composta per l’evento commemorativo: “Memoires pour Gian Carlo Menotti” (“Lacrimosa–Lux Aeterna”, 2016/2017), per Quartetto Vocale, sette Archi ed Arpa.

    Ogni anno, nel giorno dell’anniversario della scomparsa di Gian Carlo Menotti, il 1 febbraio, il Maestro Giuri, tornava a Spoleto per far celebrare una messa in suffragio in Cattedrale.

    La camera ardente é stata allestita  a Roma, all’Ospedale Cristo Re, in Via delle Calasanziane, 25. Le Esequie verranno celebrate sabato 6 ottobre, alle ore 9,30, nella Chiesa di San Leone Magno, in via boccea 60 a Roma.

     «Il maestro Alberto Maria Giuri è, non solo una rivelazione, ma la rivelazione del più compiuto talento direttoriale nel gruppo oggi al di sotto dei 40 anni. Dirige l’Eugenio a memoria. Per la conoscenza della prodigiosa partitura, pare averla in repertorio da sempre; per la freschezza onde concepisce, pare a ogni battuta inoltrarsi su di un terreno da scoprire; e palesa di averne a tal punto assimilato la tradizione interpretativa che lo prenderesti per russo»

    Paolo Isotta – Critico musicale, scrittore dopo un’esecuzione formidabile al Festival dei Due Mondi di Spoleto dell’Onieghin di Ciaikovski

    IMG_20181004_175330

    Immagini dal profilo Facebook del Maestro

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Alex 2024-04-20 21:19:21
    Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....
    Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
    Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
    Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
    I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
    TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-11 09:58:47
    Avete già firmato il 22 ottobre 2020, con la chiusura dell' Ospedale San Matteo. Ci basta quella per conoscere gli.....