“La Chiesa che vorrei”: a Spoleto dialogo tra il Card. Zuppi e l’on. Violante

  • Letto 1178
  • 31 marzo, ore 18, Parrocchia del Sacro Cuore 

    Giovedì 31 marzo 2022 alle ore 18.00 presso la parrocchia del Sacro Cuore in Spoleto si terrà il convegno sul tema “La Chiesa che vorrei” promosso dall’Archidiocesi all’interno del Cammino Sinodale delle Chiese in Italia. Porteranno il loro contributo: il card. Matteo Maria Zuppi arcivescovo di Bologna e l’on. Luciano Violante già presidente della Camera dei Deputati. Modererà Fabio Bolzetta giornalista di TV 2000 e presidente di WeCa (associazione dei Webmaster cattolici). 

    «Il cammino sinodale delle Chiese italiane – afferma l’arcivescovo di Spoleto-Norcia mons. Renato Boccardo – ci chiede di “ascoltare” la situazione attraverso un’attenta verifica del presente. E allora l’incontro con il card. Zuppi e l’on. Violante servirà proprio per riflettere su cosa significhi essere Chiesa oggi, esaminare i suoi modi di relazionarsi con la vasta porzione di società che non solo ha smarrito il senso di Dio ma non sente per nulla il bisogno di una appartenenza ecclesiale».

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Aurelio Fabiani 2023-01-28 11:29:13
    De Luca ok! Ma a Spoleto fanno un altro mestiere .STAVOLTA VE LO DICIAMO DIRETTAMENTE. Solo i fatti dicono chi.....
    Aurelio Fabiani 2023-01-20 22:16:38
    Un comunicato demenziale, di un campanilismo dell'immagine miope di chi vede uffici là dove noi vediamo servizi per i cittadini......
    Casa Rossa Spoleto 2023-01-08 09:27:58
    La parte che svolge Grifoni non ci piace. Un comunicato vuoto di obiettivi, con qualche "anatema", volto a sottrarre alla.....
    giotarzan 2022-12-24 15:05:16
    questo "signore" è 10 volte o forse più che viene denunciato, furti, aggressioni, foglio di via obbligatorio e chi più.....
    Massimo 2022-12-23 12:45:07
    In verità le promesse le hanno fatte a colaiacovo no ai lavoratori vergogna, come la protasi si vanta di essere.....