In occasione del VI anniversario del terremoto del 30 ottobre 2016, l’Arcivescovo di Spoleto-Norcia mons. Renato Boccardo guiderà un momento di preghiera nella cripta di S. Benedetto a Norcia

  • Letto 710
  • Domenica 30 ottobre 2022, ore 7.40

    «Ritrovare la cripta di S. Benedetto per un momento di preghiera – afferma mons. Boccardo -, seppur con tutte le precauzioni relative al fatto che siamo all’interno di un cantiere, offre la possibilità di riaffermare la decisa volontà della ricostruzione materiale e sociale, per la quale l’impegno e il contributo di tutti, singoli ed istituzioni, trova nell’insegnamento di S. Benedetto orientamento e guida».

    «La ricostruzione della Basilica di San Benedetto è ormai ampiamente avviata», dice l’ing. Paolo Iannelli Soprintendente speciale per le aree colpite dal sisma. «Abbiamo ricostruito la volta, ricollocato gli antichi pilastri, ricostituito quell’antichissimo ambiente, luogo di devozione, di arte e di storia. Ripercorrerla finalmente libera dalle macerie e dai presidi di messa in sicurezza – prosegue Iannelli, rivederne il pregiato antichissimo pavimento, la piccola abside affrescata e tutte le più antiche superfici è una grande emozione. Nel frattempo prosegue anche la ricostruzione delle murature della navata, pazientemente ritessute con le pietre della Basilica stessa, nella consapevolezza e la caparbietà di chi non vuole che nulla di ciò che è stato faticosamente recuperato, studiato, e riparato oltre che scoperto in seguito al crollo, venga perso».

    «Il rumore dei cantieri della ricostruzione in Piazza S. Benedetto – dice il sindaco di Norcia Nicola Alemanno – è un suono di speranza che ci accompagna ormai quotidianamente. Quest’anno il 30 ottobre, domenica come nel 2016, faremo memoria dell’anniversario del sisma all’interno della Cripta della Basilica ma stavolta completamente ricostruita. Sarà un’altra immensa e grande emozione che spero possano presto vivere tutti i nursini, quella di riappropriarsi del cuore della nostra città, di uno dei simboli della sua storia, della sua identità che non può prescindere da S. Benedetto e Santa Scolastica, dal luogo dove la tradizione vuole siano nati i due nostri Santi. I lavori della Basilica, presentati alla comunità il 30 ottobre 2021 insieme ad altri importanti progetti di ricostruzione pubblica, stanno procedendo speditamente, grazie al lavoro sinergico di tutti gli Enti competenti: Soprintendenza, Commissario straordinario, Eni, Archidiocesi e Comune. Siamo tutti impegnati affinché questo luogo possa essere riconsegnato presto alla nostra Comunità, per il suo valore spirituale, affettivo e simbolico».

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Carlo Neri 2024-04-23 07:23:14
    Liberazione da cosa? da chi? dallo "straniero" per cui è stato combattuto il Risorgimento e la prima guerra mondiale? In.....
    Alex 2024-04-20 21:19:21
    Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....
    Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
    Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
    Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
    I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
    TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....