“Fa più rumore un albero che cade… che… una foresta che cresce”

  • Letto 1006
  • La Signora Anna Maria Landini Benedetti ringrazia i servizi di riabilitazione respiratoria dell’Ospedale di Foligno e la P.A. Stella d’Italia di Spoleto 

    Riceviamo con piacere  e pubblichiamo integralmente:

    Desidero dare voce “alla foresta che cresce” anche dopo l’istituzione della “Giornata del Personale Sanitario”.
    Vorrei parlare di due realtà da me scoperte e che credo sia giusto abbiano il risalto che meritano.

    87enne, reduce da vari interventi al cuore, ossigeno per 24h al giorno, serenamente in attesa della mia “scadenza” (sazia di giorni come dice la Bibbia), d’incanto sono stata inserita in una realtà che mi ha proiettata in una dimensione dinamica: 30 sedute (tutti i giorni) di riabilitazione respiratoria presso l’Ospedale di Foligno, in una mini-palestra dove possono accedere massimo 3 persone per turno.
    Ma quello che mi ha rivoluzionato è stato il divenire protagonista: non lavorare sul Paziente MA renderlo artefice del suo riscatto. Stimolare le potenzialità nascoste, esperienza propositiva e positiva di alta professionalità… Altro che rottamazione!

    Diretto dal Dott. Biscione, coordinata da Maria Antonietta coadiuvata da laureandi in scienze infermieristiche (fisioterapia) il servizio è veramente un servizio di eccellenza!
    I tre del mio corso venivano da Terni, Spello e io da Spoleto ed ognuno ha ricevuto accoglienza, assistenza, consigli…meglio che con un personal trainer.
    La seconda realtà è la scoperta di come funziona la Stella d’Italia di Spoleto, della quale conoscevo l’esistenza ma scoprire il servizio offerto è stata una splendida sorpresa.
    Prelevata tutti i giorni a domicilio, accompagnata a Foligno con l’autista che aspettava e mi riaccompagnava a casa.
    Il personale VOLONTARIO premuroso ed attento fatto di pensionati, giovani in attesa di lavoro fino addirittura a coppie di coniugi che mi ha permesso di fare la terapia senza creare disagi organizzativi ed economici in famiglia.
    Siamo in un mondo di anziani, esperienze così rispettose della dignità della persona, potranno essere linee guida per altre realtà.
    TUTTA LA MIA GRATITUDINE E VI ABBRACCIO FORTE!


    Anna Maria Landini Benedetti 

    L’ESSENZIALE È INVISIBILE AGLI OCCHI (Dal Piccolo Principe)

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Aurelio Fabiani 2024-02-07 08:55:12
    Il PD il nulla, sicuramente troppo, troppo poco,tardi e male e con strani mal di pancia. La Destra il tutto,.....
    Aurelio Fabiani 2024-02-02 20:14:13
    LA TESEI DI NASCOSTO VIENE ALL' OSPEDALE PER NON FARSI MALE. All' oscuro di tutti una volta arrivavano i ladri......
    Aurelio Fabiani 2024-02-01 12:32:14
    BASTA CON QUESTO RIMPALLO DI RESPONSABILITÀ. LA LOTTA DEVE ESSERE PER GARANTIRE A OGNI TERRITORIO E A OGNI OSPEDALE DELLA.....
    AURELIO fABIANI 2024-01-19 18:15:42
    ABBIATE LA DECENZA DI FARE SILENZIO! Voi Governo del: " MI FACCIO GARANTE CHE TUTTO TORNERA' COME PRIMA, TUTTI I.....
    Aurelio Fabiani 2024-01-10 16:26:17
    Meglio tardi che mai. IERI I COMITATI SI SONO CONFRONTATI COL SINDACO. ADESSO VEDIAMO CHI VIENE A PERUGIA A CANTARLE.....