Ex Novelli, i sindacati fanno il punto sull’ultima riunione al Mise

  • Letto 1244
  • BANNER-DUE-MONDI-NEWS-SPOLETORiceviamo e pubblichiamo integralmente:

    Si è svolto nel pomeriggio al ministero dello sviluppo economico, a Roma, l’incontro tra la curatela di Alimentitaliani, le organizzazioni sindacali nazionali e territoriali e le rappresentanze dei lavoratori, per l’aggiornamento della situazione dopo l’assegnazione dei bandi per l’affitto dei rami d’azienda della ex Novelli.
    La curatela ha spiegato prima di tutto che 2 dei 5 rami in affitto, cioè essiccatoio e pane, non hanno ricevuto offerte. Per il pane, però, ci sono state manifestazioni di interesse a partire dalle quali probabilmente in autunno sarà fatto un nuovo bando di gara.
    Per quanto riguarda il ramo Pet food l’affitto è stato assegnato a Salmontrutta Srl, unico offerente. Si tratta di un’azienda ittica che nel piano industriale si è impegnata ad assumere 6 dipendenti, ma con possibilità, più avanti, di allargare il bacino occupazionale in relazione allo sviluppo previsto del business.
    Per quanto riguarda le uova (mangimificio e pastorizzatore), entrambi i bandi hanno avuto i medesimi 2 offerenti ed entrambi i rami sono stati aggiudicati a Fattorie dell’Umbria Srl, controllata dal Gruppo Eurovo. Per il mangimificio saranno occupati 2 dipendenti e per il pastorizzatore 47, ovvero tutti i lavoratori previsto dal bando. In proposito la curatela ha preteso un impegno formale di fronte al giudice al mantenimento dei lavoratori previsti nel bando per tutta la durata dell’affitto e Fattorie dell’Umbria ha accolto la richiesta.
    Gli affitti saranno effettivi presumibilmente dal mese di settembre, poiché dovranno essere esperite le procedure di cui all’articolo 47 legge 428/1990. Rimane aperto il nodo fondamentale dell’azione di nullità proposta dal tribunale di Terni che rende impossibile la vendita dei rami fino a che il giudizio non sarà definitivo e questo può richiedere diversi anni.

    [wp_bannerize group=”Articoli-600×150″ random=”2″ limit=”1″]

    La curatela di Alimentitaliani si è a questo scopo incontrata con quella di Gruppo Novelli per cercare di trovare una mediazione che consenta di procedere all’esdebitamento di Fattorie Novelli e ai bandi di vendita dei rami affittati. A questo proposito ci aggiorneranno quando la soluzione sarà individuata. Abbiamo chiesto anche al Ministero di interessarsi e farsi parte attiva in questa mediazione. In attesa della convocazione per l’esame congiunto abbiamo preso atto di tutta la situazione e chiesto ancora al ministero di programmare un incontro con i nuovi affittuari e di vigilare sulla situazione del ramo pane, compreso il destino di Nuova Panem a Muggiò.
    Abbiamo chiesto alla curatela, infine, di fare il massimo perché entro la fine dell’anno questa vicenda veda una conclusione per evitare che si continui a disperdere il patrimonio sia economico che umano del gruppo. Anche l’avvocato Celestino, custode delle Fattorie, ha espresso perplessità e auspica in una sintesi delle curatele, per procedere prima possibile ad un bando di vendita, eseguendo comunque prima una procedura di ristrutturazione del debito. Il ministero riconvocherà il tavolo entro la metà di settembre, facendo prima un passaggio con Eurovo per il rapporto con Fattorie Novelli.

    Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil

    Immagine di Google Earth

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Carlo Neri 2024-04-23 07:23:14
    Liberazione da cosa? da chi? dallo "straniero" per cui è stato combattuto il Risorgimento e la prima guerra mondiale? In.....
    Alex 2024-04-20 21:19:21
    Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....
    Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
    Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
    Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
    I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
    TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....