Emergenza Coronavirus, Daleno : 《Orgoglioso e grato alla società dello Spoleto Calcio》

  • Letto 2690
  • Il centrale difensivo biancorosso ringrazia la società per la vicinanza ai propri tesserati e pone l’accento sulla situazione in cui si trova il calcio dilettantistico a causa del Covid-19

    (DMN) Spoleto – l’Emergenza economica scatenata da quella sanitaria legata alla diffusione del nuovo Coronavirus Covid-19,  non risparmia nessuno. Nemmeno il mondo del calcio. Un mondo fatto di due universi paralleli: quello che naviga nell’oro degli stipendi faraonici e quello, ben più vasto, degli stipendi dei ‘comuni mortali’. Quest’ultimo riguarda da vicino tutti i calciatori delle serie professionistiche e, soprattutto,  di quelle dilettantistiche che con i rimborsi elargiti dalle rispettive società devono mantenere le proprie famiglie.

    Il mio obiettivo – scrive in un post su Facebook  Giulio Daleno, difensore centrale dello Spoleto Calcio –  è quello di sensibilizzare la gente su un argomento troppo spesso sottovalutato.
    Il “problema” calcio non è minimamente paragonabile con quello del Covid-19.
    Ma le famiglie che sopravvivono grazie a questo sport meritano attenzione, e stanno patendo le conseguenze del problema Virus alla pari di tutte le altre.
    C’è un mondo ai più totalmente sconosciuto,fatto di allenamenti, sacrifici, sforzi e rinunce proprio come qualsiasi altro comune lavoro.
    Neanche immaginate a quante famiglie permette di sopravvivere.
    Oltre a “calciatori” e “allenatori” vi è una parte ancora meno conosciuta composta da dirigenti,magazzinieri, fisioterapisti, segretari, addetti stampa e così via.
    Scritto questo mi è doveroso sentirmi fortunato,orgoglioso e grato alla società dello Spoleto Calcio di cui quest’anno faccio parte.
    La nostra Presidentessa (Principessa Norah Al Saud) oltre a corrispondere ogni mese puntualmente i nostri rispettivi rimborsi ha avuto la sensibilità di rimborsare gli affitti del mese di Marzo (nonostante il blocco del campionato).
    Una parola mi è d’obbligo: Grazie.
    Ma quante società vi sono così?
    E quante invece in questo maledetto periodo (probabilmente dovendo ancora corrispondere anche degli arretrati) ne approfitteranno per non mantenere gli impegni presi oppure in buona fede non potranno per il contraccolpo economico che questo maledetto virus ha portato?
    Quando sentirete (sperando sentirete) che verranno previsti dei contributi economici per le categorie minori non vi fermate a pensare che non c’è bisogno di aiutare il Calcio perché è “solo” uno Sport.
    Ma provate a riflettere sul perché non si dovrebbero aiutare anche quelle famiglie che sopravvivono grazie al Calcio.
    E poi..Non prendetevela con i giocatori che vorrebbero tornare a giocare anche a Luglio.
    Giocare è il nostro modo per provare a portare la pagnotta a casa e se nessuno ci da alternative non abbiamo altro modo per farlo.
    Non essere arrivati a giocare in Serie A può rappresentare per molti un demerito.
    Ma sicuramente non può trasformarsi in una colpa.
    Grazie, Giulio

     

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Carlo Neri 2024-04-23 07:23:14
    Liberazione da cosa? da chi? dallo "straniero" per cui è stato combattuto il Risorgimento e la prima guerra mondiale? In.....
    Alex 2024-04-20 21:19:21
    Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....
    Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
    Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
    Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
    I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
    TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....