Champions League, Sir Sicoma Monini Perugia-Itas Trentino 2-3

  • Letto 642
  • Partita spettacolare e combattutissima nel primo atto della serie che assegna un posto in finale. Perugia recupera due volte lo svantaggio di un set, nel quinto decide l’attacco ospite. Giovedì a Trento il match di ritorno, i Block Devils hanno tutte le carte per capovolgere la situazione

    È della Trentino Itas la gara d’andata della semifinale di Champions League.
    I ragazzi di Lorenzetti sfoderano una grande prestazione e la spuntano al tie break sulla Sir Sicoma Monini Perugia dopo due ore e mezza di pallavolo sublime e di spettacolo clamoroso.
    I Block Devils di Nikola Grbic lottano con cuore e determinazione, spinti dal calore del PalaBarton, portano a casa una sconfitta, ma un punto comunque importante nell’economia delle due gare che lascia aperta la qualificazione. Giovedì prossimo alla BLM Group Arena di Trento i bianconeri dovranno sfoderare una prestazione di grande livello, ma hanno tutte le carte in regola per capovolgere la situazione.
    Equilibrio massimo in campo praticamente per tutta la partita. Lo confermano i numeri tutti molto simili. Hanno deciso pochi palloni, così sarà anche tra otto giorni.
    Leon con 29 punti (con 4 ace e 5 muri) è il best scorer di Perugia, Rychlicki certamente il più continuo in attacco. Il lussemburghese chiude con 25 palloni vincenti ed il 67% sotto rete. Doppia cifra anche per Anderson (15) e Solè (10).  

    IL MATCH

    C‘è Mengozzi al centro in coppia con Solè. Due di Leon in avvio (3-2). Due, con un ace, anche per Pinali (3-4). Ace anche per Kaziyski (4-6). Il muro di Mengozzi pareggia (6-6). Maniout di Anderson e vantaggio Perugia (8-7). Si gioca punto a punto (11-10). Doppio muro a tre vincente di Perugia (13-10). Sbertoli di seconda intenzione accorcia subito (13-12). Trento pareggia con Michieletto (14-14). Out l’attacco di Pinali (16-14). Il muro di Trento pareggia a quota 17. Ace di Michieletto, maniout di Lavia e vantaggio ospite (18-20). Maniout di Lavia (19-22). Doppio ace di Rychlicki che rimette tutto in discussione (22-22). Invasione di Giannelli e set point Trento (23-24). Il muro di Podrascanin manda avanti i suoi (23-25).
    Grande equilibrio in avvio di secondo set. Il muro di Solè firma il 6-5 Perugia. Il muro di Sbertoli capovolge (7-8). Ancora Solè a muro (10-9). Ace di Rychlicki (12-10). Fuori il colpo di Kaziyski (15-12). Contrattacco a segno di Anderson (17-13). Ace del neo entrato Plotnytskyi con l’ausilio del nastro (20-15). Leon chiude uno scambio strepitoso (21-15). Leon con la diagonale (23-18). Anderson di classe e set point Perugia (24-19). Ace di Solè, Perugia pareggia i conti (25-19).
    Terzo parziale con Trento avanti dopo il muro di Michieletto e l’ace di Kaziyski (3-6). Maniout di Anderson (5-6). La pipe di Leon pareggia i conti (7-7). +2 Perugia dopo l’attacco vincente di Rychlicki (12-10). Michieletto pareggia (15-15). Ancora Michieletto porta avanti i suoi con la pipe del 18-19. Il muro di Perugia ferma Lavia, poi non passa l’attacco di Kaziyski (21-19). Maniout di Anderson (22-20). Il muro di Trento pareggia (22-22). Ancora gli ospiti con il muro (22-23). Rychlicki non ci sta (23-23). Michieletto sulla linea dei nove metri, set point Trento (23-24). È sempre il muro a decidere (23-25).
    Trento vola in avvio di quarto set (2-5). Rychlicki e Giannelli accorciano (4-5). Leon pareggia con la parallela (10-10). Michieletto riporta i suoi a +2 (10-12). Ace di Leon e nuova parità (12-12). Ancora ace di Leon (13-12). Ancora ace di Leon (14-12). Ace di Podrascanin (14-14). Trento scappa di nuovo sfruttando gli errori di Perugia (15-17). Il muro di Leon pareggia (18-18). Ace di Lisinac (18-20). Solè con il pallonetto pareggia (22-22). Muro di Giannelli (23-22). Out Leon dai nove metri (23-23). Solè con il primo tempo, set point Perugia (24-23). In rete Plotnytskyi (24-24). Invasione di Lavia (25-24). Michieletto (25-25). La pipe di Leon (26-25). Kaziyski (26-26). Leon da posto quattro (27-26). Ancora Kaziyski (27-27). Out il servizio di Pinali (28-27). Michieletto con la pipe (28-28). Leon al secondo tentativo (29-28). Ace di Leon, si va al tie break (30-28).
    Quinto set ancora in equilibrio (4-4). Trento scappa con Michieletto (5-7). Grande difesa di Michieletto e Kaziyski trasforma (7-10). Muro di Podrascanin (8-12). È il break decisivo. Trento arriva al match point (11-14). Il servizio di Plotnytskyi finisce in rete, Trento vince 12-15.   

    I COMMENTI

    Sebastian Solè (Sir Sicoma Monini Perugia): “Alla fine è arrivata una saconfitta e la sentiamo, ma credo che abbiamo raccolto un punto importante che tiene tutto aperto e che ad un certo punto sembrava perso perchè loro stavano giocando benissimo ed era difficile tenerli. La prossima settimana dobbiamo andare in casa loro a caccia della vittoria”.
    Massimo Colaci (Sir Sicoma Monini Perugia): “Si sono affrontate due squadre di altissimo livello che si equivalgono. La partita si è giocata sul filo dell’equilibrio punto dopo punto. È stata una partita bellissima, loro sono stati bravi a sfruttare qualche occasione in più. Adesso dobbiamo andare a vincere a Trento. Sarà ancora più difficile, ma abbiamo tutte le carte in regola per potercela fare”.

    IL TABELLINO

    SIR SICOMA MONINI PERUGIA – TRENTINO ITAS 2-3
    Parziali: 23-25, 25-19, 23-25, 30-28, 12-15
    SIR SICOMA MONINI PERUGIA: Giannelli 3, Rychlicki 25, Mengozzi 5, Solè 10, Leon 29, Anderson 15, Colaci (libero), Plotnytskyi, Ricci. N.e.: Ter Horst, Travica, Russo, Piccinelli (libero), Dardzans. All. Grbic, vice all Valentini.
    TRENTINO ITAS: Sbertoli 2, Pinali 7, Podrascanin 7, Lisinac 12, Michieletto 26, Kaziyski 25, Zenger (libero), Lavia 4, D’Heer 1, Cavuto 1. N.e.: Sperotto, De Angelis (libero), Albergati. All. Lorenzetti, vice all. Petrella.
    Arbitri: David Fernandez Fuentes – Andrea Puecher
    LE CIFRE – PERUGIA: 20 b.s., 9 ace, 47% ric. pos., 25% ric. prf., 49% att., 11 muri. TRENTO: 19 b.s., 6 ace, 41% ric. pos., 15% ric. prf., 49% att., 10 muri

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Carlo Neri 2024-04-23 07:23:14
    Liberazione da cosa? da chi? dallo "straniero" per cui è stato combattuto il Risorgimento e la prima guerra mondiale? In.....
    Alex 2024-04-20 21:19:21
    Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....
    Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
    Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
    Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
    I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
    TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....