Successo per l’edizione 2020 della ‘Bat night’

  • Letto 435
  • Molto partecipate l’escursione al Bosco Sacro e la mostra del Museo delle Scienze e del Territorio

    Sabato scorso Spoleto ha ospitato, così come ogni anno a partire dal 2011, la Bat Night, una notte interamente dedicata alla conoscenza dei pipistrelli.

    Oltre 50 i partecipanti che, nei vari momenti in cui si è articolato l’evento, hanno preso parte all’iniziativa.

    A partire dalle 16.00 cittadini e turisti hanno potuto prendere parte alla visita, che prevedeva anche laboratori per i bambini, presso la mostra temporanea del Museo delle Scienze e del Territorio allestita a Palazzo Collicola.

    La giornata è poi proseguita con l’escursione da Spoleto a Monteluco dove, dopo la cena presso il ristorante Paradiso, ha avuto luogo la Bat Night: guidati dai ricercatori, e grazie alla strumentazione utilizzata dagli stessi per lo studio dei Chirotteri (questo il nome scientifico dei pipistrelli), i partecipanti hanno potuto non solo approfondire le proprie conoscenze, ma comprendere l’importanza che il Bosco Sacro di Monteluco, inserito nella rete dei Siti Natura 2000 della Regione Umbria, riveste per la conservazione delle specie di pipistrelli che qui vivono.

    Come ogni anno questa iniziativa ci permette di approfondire un ambito particolarmente interessante come quello del Bosco Sacro di Monteluco anche quale habitat dei pipistrelli che vivono in questa zone – ha dichiarato l’assessore all’ambiente Maria Rita ZengoniUn doveroso ringraziamento va alla Proloco di Monteluco che, oltre ad ospitare l’iniziativa da quasi dieci anni, ha facilitato gli spostamenti di quanti hanno partecipato mettendo a disposizione una navetta per il rientro a Spoleto”.

    L’evento si inserisce tra le iniziative promosse dal Museo delle Scienze e del Territorio la cui mostra temporanea, allestita prima all’Ex Monte di Pietà ed ora a Palazzo Collicola (accesso da via Loreto Vittori), ha attratto centinaia di visitatori, turisti e scuole che, grazie ai reperti che compongono la collezione naturalistica dello zoologo spoletino Bernardino Ragni e la collezione geopaleontologica storica del Conte Francesco Toni, hanno potuto conoscere l’inestimabile valore del patrimonio ambientale del Comune di Spoleto.

    È possibile visitare la mostra, il cui ingresso è gratuito, il giovedì mattina dalle 10 alle 13, il venerdì ed il sabato tutto il giorno dalle 10 alle 13 e dalla 14 alle 18.

    [Le foto fanno riferimento all’edizione 2019 della Bat Night]

    Share

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    carlo 2021-06-11 16:33:03
    Ho visto spesso, dato che ci passo quasi tutte le mattine, qualche operaio a estirpare queste erbacce, ma poi ,.....
    carlo 2021-06-11 16:28:35
    E poi mi vengono a parlare di "digitalizzazione"| Ma dove, se le strutture sono ancora quelle dei tempi di Marconi?
    Aurelio Fabiani 2021-06-09 12:59:23
    Di nuovo il Centro sinistra. Cioè la solitaminestra liberale e liberista che dietro la difesa dei diritti civili nasconde la.....
    Paolo Marchetti 2021-06-09 06:10:45
    Giovanni Falcinelli non è stato solo un maestro di musica. Giovanni Falcinelli è stato innanzitutto un grande educatore per generazioni.....
    Aurelio Fabiani Casa Rossa 2021-05-25 08:40:16
    Si delude chi si illude. Questo debito per la città è colpa anche di chi ha dato credito alle promesse.....