Spoleto, al Museo Archeologico Nazionale si parla di ritualità etrusca

  • Letto 917
  • BANNER-DUE-MONDI-NEWS-SPOLETOVenerdì 27 ottobre, nell’ambito del secondo ciclo di incontri “Raccontare la storia”, la studiosa Dorica Manconi (già della Soprintendenza archeologica dell’Umbria) e l’archeologo Stefano Spiganti alle ore 17 parleranno al Museo archeologico nazionale di Spoleto su “Un fulmine caduto…a Todi”.

    Nel 2010 a Todi è stato scoperto un “fulgur conditum”, una vera e propria sepoltura di un fulmine, caratteristico rituale italico, collegato alla liturgia etrusca dei “libri fulgurales”, nel corso del quale i sacerdoti addetti recitavano l’espiazione cioè pulivano il luogo colpito ed eliminavano le tracce del fulmine, sotterrando gli oggetti che quest’ultimo aveva trafitto e frantumato, recintandolo e consacrandolo alla divinità.

    Assistenza_Fioretti_Gianni

    In questo caso, lo scavo ha rivelato un’iscrizione (fulgur conditum) – che indicava e sigillava la sepoltura del fulmine – poggiata sopra un pozzo (puteal) nel quale erano stati interrati gli elementi di rivestimento in marmo di un monumento, probabilmente funerario, considerata l’area di rinvenimento. I dati epigrafici e i materiali raccolti ci riportano al I-II sec. d.C..

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    giotarzan 2022-07-30 18:32:22
    Egregio assessore, la invito a visitare i due seggi siti in Cortaccione e dirmi se ritiene che ci siano gli.....
    giotarzan 2022-07-30 18:29:42
    Egregio assessore, la invito a visitare i due seggi siti in Cortaccione e dirmi se ritiene che ci siano gli.....
    Manuele Fiori 2022-07-07 18:07:34
    Finalmente un volto nuovo e persone serie al comando. Tanti auguri a tutti!
    Aurelio Fabiani 2022-07-07 10:27:07
    Sono d'accordo con Sergio Granelli. Se la Tesei e soci hanno dato il colpo più duro, quasi mortale, non si.....
    Sergio Granelli 2022-07-06 21:35:44
    Pero' dobbiamo essere onesti fino in fondo. Ricordiamoci anche della governatrice Lorenzetti e di tutti quelli che gli hanno consentito.....