Serie C2, Ducato Futsal-A.Barberini Flaminia 4-2

  • Letto 702
  • Il big match è della Ducato Spoleto; ma che fatica!

    Sì, siamo solo alla quarta giornata ed è difficile etichettare due squadre; ma Ducato Spoleto e Barberini Flaminia hanno disputato veramente un gran match, mettendo in campo tutte le risorse per prevalere l’una sull’altra. Alla fine ha vinto meritatamente la squadra di casa, che ha tenuto il pallino del gioco per larghissimi tratti e creato numerose occasioni. Gli ospiti hanno, dal canto loro, il giustificato dubbio di essere stati penalizzati in quello che è apparso come l’episodio decisivo del match da una delle tante decisioni arbitrali di un Benedetti, sembrato non in grado di gestire al meglio un incontro di tale portata.
    De Moraes può schierare Trapasso, rientrato in tarda mattinata dagli impegni lavorativi; ma perde Laudini nelle ultime fase del riscaldamento per un risentimento muscolare. Dopo il minuto di raccoglimento decretato per ricordare le vittime di Ischia (a cui, implicitamente, va aggiunto il pensiero per le vite spezzate dei quattro ragazzi a San Giustino la scorsa notte), il match inizia e la Ducato cerca di imporre il proprio gioco, creando almeno tre occasioni in cui il portiere ospite è bravissimo, soprattutto a tu per tu con Vasilache. Alla primissima occasione, passa il Barberini Flaminia, una generosa punizione concessa da Benedetti finisce nel sacco dopo un tiro di Codignoni deviato dalla difesa spoletina. La reazione di Rosi e compagni è più nervosa che altro, anche se vengono creati i presupposti per pareggiare, soprattutto con una splendida ripartenza, non rifinita nel modo migliore da Rosi per l’accorrente De Moraes. I cambi sembrano dare una scossa agli spoletini ed il pari arriva al 24′: spettacolare giocata difensiva di Garofalo che ribalta l’azione, palla a Cocco che calcia in porta, trovando la marcatura con una deviazione avversaria: 1-1 e PalaRota che esplode. Il ferro è caldo ed il Barberini Flaminia subisce l’unico momento di black out effettivo del match; e, con esso anche la seconda rete, con percussione di De Moraes sulla destra che sul secondo palo, trova l’autorete ospite, condita dalle prime proteste per l’eccessiva foga di Cocco nel contrasto sotto porta. Passa un minuto e potrebbe arrivare il 3-1, ma Giusti spara al lato una puntata da ottima posizione. Passata la buriana, gli ospiti rientrano nel match e Stramaccioni è protagonista, prima con una parata e poi con una quasi frittata in cui si salva grazie al palo.

    Nella ripresa il match non cambia di registro: Ducato (con Bonelli in porta) che gioca e Barberini Flaminia che prova a ribaltare l’azione, appoggiandosi su un ottimo Codignoni. A cavallo del 10′ gli episodi che decidono, di fatto, la partita: uno splendido sinistro di Rosi finisce sul palo, sul ribaltamento il pareggio ospite con una zampata di Riso a chiudere una convulsa azione ai limiti dell’area spoletina. Passa poco, percussione di Cocco sulla sinistra e azione che sembra concludersi sul fondo; ma non è così per l’arbitro Benedetti, che assegna un calcio di rigore a dir poco cervellotico (come si direbbe al bar “ce ne sono mille di questi contrasti in una partita”). Trapasso è freddissimo e spiazza il bravo Castellani. La partita diventa nervosa e la Ducato non riesce a chiudere il match, anche perché gli ospiti mantengono l’equilibrio, seppur gravati da cinque falli. Un cucchiaio di Rosi fa la barba alla traversa sull’uscita del portiere; poi è lo stesso Castellani a salvarsi, con l’aiuto del palo, su tiro di Garofalo. È, comunque, il preludio, al 4-2, grazie ad un millimetrico diagonale rasoterra di De Moraes.
    Ducato Spoleto resta sola in testa con le sue quattro vittorie consecutive ed è attesa dalla delicata trasferta in casa di quel Real Cannara da cui è stata travolta, solo poche settimane fa, in Coppa.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Carlo Neri 2024-04-23 07:23:14
    Liberazione da cosa? da chi? dallo "straniero" per cui è stato combattuto il Risorgimento e la prima guerra mondiale? In.....
    Alex 2024-04-20 21:19:21
    Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....
    Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
    Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
    Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
    I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
    TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....