La Confartigianato Imprese Perugia coinvolge Spoleto con un progetto nazionale per buyers americani, francesi e bulgari nelle aziende dell’arredo ed è subito un grandissimo successo!

  • Letto 2483
  • Testata_Due_Mondi_newsI giorni scorsi presso la sede di Confartigianato Imprese Perugia è stato presentato il progetto: “La Filiera dell’artigianato”: percorso nazionale organizzato da Confartigianato Imprese Nazionale, ICE Nazionale e Confartigianato Imprese Perugia che ha coinvolto aziende del territorio  ed extra regionali dei settori arredo e complementi di arredo ed operatori stranieri.
    Una grande opportunità per le imprese umbre per confrontarsi con operatori stranieri e cominciare, o incrementare, il loro rapporto con i mercati esteri.
    L’organizzazione ha compreso anche una parte formativa per le imprese principalmente con Focus sugli Stati Uniti relativo ai settori arredo e complementi di arredo che ha tenuto il docente dott. Corrado Bordoni  accreditato presso la Faculty di ICE,  “ Operare nei mercati esteri: nozioni di tecnica del commercio estero e Focus USA sul settore arredo casa” .
    Nel corso del Focus sono state analizzate varie fasi di attività come per esempio: 1) opportunità e criticità offerte dal mercato americano; 2) andamento del mobile, della ceramica, dell’arredo casa e del complemento d’arredo italiano negli Stati Uniti d’America; 3) le strategie di approccio al mercato e casi di successo; 4) aspetti di natura legislativa e doganale con intervento via Skype dagli Stati Uniti della dott.ssa Di Giorgio, trade analist ICE America.
    Successivamente al discorso formativo, le imprese partecipanti hanno avuto l’opportunità di farsi conoscere e far apprezzare le loro produzioni a buyers americani, francesi e bulgari  confrontandosi direttamente nella sala assemblee e convegni della Confartigianato Imprese Perugia.
    I funzionari dott. Marco Arcelli per Confartigianato Imprese Perugia e dott. Corrado Bordoni per Confartigianato Imprese Terni sono stati i responsabili del progetto per la regione Umbria.

    Obis_obiettivo_Sicurezza_Spoleto
    Per la prima volta un progetto nazionale del settore arredo sull’internazionalizzazione dell’imprese coinvolge la Confartigianato di Spoleto presente con alcune aziende spoletine come Arcadia, Chiavari Arredamenti, Falegnameria Sabbatucci Franco, Italpoltrone, Orfei Marmi, Mastro Raphaël.
    La valorizzazione delle Eccellenze del territorio locale in rete con gli altri territori è stata realizzata a seguito di una riorganizzazione che coinvolge la Confartigianato Imprese Perugia dal 1 marzo 2016 mirata anche a migliorare ed aprire nuovi mercati per le imprese che hanno una determinata identità e che possono essere particolarmente  interessate a nuovi scenari economici.
    E’ stato poi organizzato un tour nella città di Spoleto dal dott. Marco Arcelli rappresentante di Confartigianato Imprese di Perugia e da parte del vicepresidente del consiglio direttivo di Confartigianato Imprese Spoleto Valeria Severini insieme al consigliere Renato Orfei che hanno creato una occasione di confronto tra gli operatori stranieri e le imprese del territorio, nello specifico: Ceramiche Sambuco Mario a Deruta, l’Italpoltrone e Chiavari arredamenti a Spoleto.
    Le visite aziendali sono terminate con uno spazio culturale e storico dedicato alla città di Spoleto.
    Sono stati visitati di seguito il nobile settecentesco “Palazzo Mauri” sede della Biblioteca Comunale ‘G. Carducci’ e dell’assessorato alla cultura ed al turismo ed i prestigiosi mosaici longobardi rinvenuti a seguito dei lavori dopo il sisma del 1997, il Museo Archeologico e Teatro Romano con sopralluogo alla sala che ospita la mostra permanente degli Scettri Umbri simbolo del potere pre romano del VII sec. a.C., guidati dal presidente dott. Nicola Bruni della Astra onlus.

    IMG_20180202_165945
    I reperti hanno destato molta curosità ed interesse proprio per il tipo di lavorazione che il nostro artigiano antico ha forgiato creando una manufatto talmente eccellente ed unico per la bellezza e la difficoltà di lavorazione con una lega che ancora è interesse di studi.
    Il direttivo comunale della Confartigianato di Spoleto ringrazia l’Amministrazione comunale ed il direttore del Polo Museale Umbro per aver dato la possibilità di coniugare l’aspetto commerciale a quello culturale e turistico.
    Sia le aziende spoletine che i soggetti stranieri interessati al progetto hanno espresso il massimo entusiasmo e interesse per l’iniziativa.
    L’artigianato è il mestiere più antico, è la rappresentazione concreta dell’arte e della storia, è la nostra cultura, quindi, potenziare le nostre aziende e renderle maggiormente appetibili anche a mercati specifici che non sono per tutti, rappresenta comunque una crescita ed uno sviluppo che può coinvolgere anche i piccoli imprenditori appartenenti a questo settore.
    La Confartigianato di Spoleto auspica una maggiore collaborazione tra pubblico e privato con obbiettivi collettivi, tutto questo può far solo bene alla crescita economica della città.

    IMG_2159 

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Carlo Neri 2024-04-23 07:23:14
    Liberazione da cosa? da chi? dallo "straniero" per cui è stato combattuto il Risorgimento e la prima guerra mondiale? In.....
    Alex 2024-04-20 21:19:21
    Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....
    Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
    Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
    Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
    I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
    TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....