Firmato il Protocollo d’intesa per la legalità tra la Prefettura di Perugia ed il Comune di Spoleto

  • Letto 1236
  • Al fine di rafforzare il sistema di cautele volto a prevenire possibili infiltrazioni criminali nel settore dei lavori pubblici e delle forniture di beni e servizi la Prefettura di Perugia ed il Comune di Spoleto si impegnano ad estendere i controlli e le verifiche antimafia. È questo in estrema sintesi l’obiettivo principale contenuto nel “Protocollo d’Intesa per la legalità e la prevenzione dei tentativi di infiltrazione criminale” che è stato firmato venerdì  mattina a Palazzo Mauri nella Sala Conferenza del I piano.
    Il documento, che stabilisce le azioni a tutela della legalità nel settore dei pubblici appalti, nel campo dell’edilizia e dell’urbanistica e nelle attività economico-commerciali, insieme ai controlli finalizzati al contrasto dell’immigrazione irregolare e delle illegalità nel settore abitativo, è stato sottoscritto dal Prefetto di Perugia Raffaele Cannizzaro, dal Sindaco di Spoleto Fabrizio Cardarelli alla presenza Sottosegretario di Stato all’Interno Gianpiero Bocci. All’incontro hanno partecipato il Questore di Perugia Carmelo Gugliotta, il Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri Cosimo Fiore, il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco Marco Frezza, il Vice Questore Aggiunto Claudio Giugliano, il Dirigente Reggente dell’Istituto per Sovrintendi “R. Lanari” Toscanelli, il Responsabile dei Vigili del Fuoco Luigi Castellini, il Comandante della Compagnia della Guardia di Finanza di Spoleto Lisa Nicolosi, il Capitano della Compagnia dei Carabinieri di Spoleto Marco Belilli, il Vice Questore Aggiunto del Comando Provinciale del Corpo Forestale Marco Fratoni, il Comandante di Reparto della Casa di Reclusione di Maiano Marco Piersigilli, il Sovrintendente del Corpo Forestale Alessandro Valorosi e l’assistente Capo del Corpo Forestale Alessandro Enei.

    Share

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    giorgio proietti 2021-08-02 11:46:07
    perchè parlare a vanvera sapete come sono successe le cose?
    Caterina 2021-07-25 00:18:57
    E le scuole???? Non ne parliamo affatto?????
    aurelio fabiani 2021-07-14 21:01:29
    Il qualunquismi avanza, le idee muoiono. Italia morta.
    Carlo neri 2021-07-12 18:31:34
    Assurdo! Così si incentivano gli atti vandalici e di inciviltà.....a questo punto siamo arrivati.....forse è il fondo, ma stiamo anche.....
    carlo 2021-06-16 11:54:36
    Come solito, Lucidi, essendo ignorante, cioè non conoscendo i fatti, ma solo le chiacchiere, scrive del nulla.