Elaisian e la svolta hi-tech dell’olivicoltura

Il Dott. Di Mambro ci spiega il nuovo sistema di agricoltura di precisione utilizzato anche dall’azienda Monini

di Alessio Cao 

(DMN) – In un periodo storico in cui sempre più persone, anche grazie ai numerosi incentivi nazionali ed europei, tornano ad interessarsi di agricoltura e attività correlate, siamo andati a conoscere uno dei 100 giovani imprenditori del settore più promettenti secondo la rivista Forbes: Giovanni Di Mambro.

Il giovane imprenditore romano, presente spesso in Umbria, ha tra i suoi clienti anche la nota azienda olearia Monini.

Piacere di conoscerla Dott Di Mambro, ci spieghi di cosa si occupa la sua azienda e quali importanti innovazioni ha portato nel campo dell’olivicoltura.

Elaisian è il primo sistema di Agricoltura di Precisione che previene le malattie dell’ulivo e della vite, in grado di ottimizzare i processi di coltivazione come irrigazione e concimazione.
Come funziona? da una parte si installa una Stazione Agro-meteo, che monitora in tempo reale il microclima di ogni uliveto/vigneto e invia i dati in could al database. Dall’altra, con degli algoritmi proprietari basati su studi agronomici, si generano come risultati alert e report che vengono inviati alle aziende agricole, i quali permettono di prevenire la presenza di patogeni con oltre una settimana di anticipo.
Come si utilizza? ogni utente ha un account/gestionale/app dove può vedere cosa succede e monitorare i propri campi e ricevere tutte le segnalazioni, le più gravi anche via SMS.
I benefici? risparmio dei costi (riduzione dei trattamenti, ottimizzazione dei consumi), incremento di qualità e quantità della produzione e soprattutto riduzione dell’impatto ambientale.

Come nasce questa idea di introdurre tecnologia ed informatica nel campo dell’agricoltura?
L’idea nasce dalla precedente esperienza lavorativa mia e del mio socio, Damiano Angelici, in una azienda tecnologica che ci ha permesso di apprendere a fondo di tecnologie e di innovazione. Abbiamo deciso quindi di applicare le nostre conoscenze in agricoltura poiché conoscendo bene il settore olivicolo (Damiano proviene da una famiglia che produce olio da oltre 100 anni) sapevamo delle difficoltà che viveva il settore olivicolo e agricolo in generale, tanto in Italia come nel resto del mondo, ovvero quello di utilizzare tutt’oggi strumenti obsoleti di monitoraggi e di di lotta alle malattie. Per questo motivo abbiamo deciso di creare un sistema che facilitasse la vita degli agricoltori dotandoli di uno strumento innovativo che monitora h24 sia il microclima del campo (poiché installiamo 1 stazione agrometeo ogni 20 ettari) e sia lo sviluppo delle patologie.

Con quali aziende collabora in Umbria e nello spoletino in particolare?
L’utilizzo del sistema non ha limiti di età o di dimensioni, abbiamo infatti clienti che vanno dai 25 ai 75 anni e con estensioni monitorate di 1 ettaro fino a superare i mille. Collaboriamo tanto con privati come con aziende olivicole di qualità, tra cui “Famiglia Malvetani” a Stroncone (TR). Nello spoletino la nostra azienda di riferimento è Monini, che è stata una delle prime aziende ad adottare il sistema di Elaisian in Italia.

Cosa può aspettarsi un agricoltore in termini di guadagno e miglioramento della produzione con l’utilizzo della vostra tecnologia?
Il sistema Elaisian permette, grazie ad un miglior controllo, di ottimizzare gli interventi fitosanitari, andando ad intervenire nel preciso momento, riuscendo ad effettuare così un minor numero di trattamenti. Tra gli oggettivi vantaggi del sistema abbiamo, oltre alla riduzione di costi per trattamenti e fertilizzanti, anche la riduzione costo manodopera e relativi macchinari. L’ottimizzazione, e della produzione con un indiretto miglioramento della qualità del prodotto finale, e della gestione del tempo con i campi monitorati da remoto in tempo reale. La possibilità di aver il dato preciso di quello che sta succedendo sul proprio campo, iniziando così a collezionare i propri “big data”. Infine l’importante impatto positivo sull’ambiente.

Abbiamo saputo che lei e il suo socio siete stati inseriti da Forbes tra i 100 imprenditori under 30 più promettenti d’Italia, vi aspettavate questo riconoscimento?

No, non ci aspettavamo questo riconoscimento, ma ciò che sappiamo è che lavoriamo da 4 anni su Elaisian e ogni giorno investiamo in ricerca e sviluppo per dare un sistema sempre più performante per le aziende agricole che lo utilizzano. Il servizio è attivo in 6 paesi nel mondo e abbiamo un fantastico team di 15 persone che lavora insieme a noi tra le due sedi di Roma e Madrid. Siamo la prima azienda ad aver creato un sistema di agricoltura di precisione che grazie a degli algoritmi proprietari previene le malattie degli ulivi e siamo fieri di aver reso l’agricoltura di precisione alla portata di ogni agricoltore, in un settore dove molte aziende non ne conoscevano e non ne conoscono ancora l’esistenza.

Chiudiamo con un suo prezioso parere sul mondo dell’agricoltura oggi. Pensa che possa essere un percorso stimolante e costruttivo per i molti giovani in cerca di occupazione in Italia? Quale futuro vede nel settore?

Avendo una visione internazionale sull’agricoltura, quello che vedo, come differenza rispetto ad altri paesi importanti come Spagna, Grecia, Tunisia, è che il nostro paese ha una marcia in più da un punto di vista agronomico e della ricerca. Iniziare un percorso aziendale in agricoltura è sicuramente molto più semplice rispetto a 20-30 anni fà ed ha anche molto più potenziale grazie agli strumenti del digitale, che facilitano non solo la parte agronomica del campo, ma anche quella della commercializzazione, del marketing. Asset fondamentali che danno la possibilità al giovane agricoltore di avere dal giorno zero una visione e un mercato di consumatori globale.

Nella foto in evidenza Carolina e Tommaso Clarici Monini, Giovanni Di Mambro e Damiano Angelici

Share

Related Post

Related Blogpost

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commentiultimi pubblicati

Maria Grazia PROIETTI 2020-07-01 16:06:49
Io non ho capito: tre preti fra S. Giacomo e Cortaccione e uno solo per Sacro Cuore e S. Sabino?.....
Paolo 2020-06-30 22:54:58
Buonasera, sono un appartenente della parrocchia di San Gabriele dell'Addolorata di Cortaccione, vorrei fare delle esternazioni in merito ai frequenti.....
Moreno angeli 2020-06-29 11:02:45
Carlo Alberto, perlomeno è rimasto il ricordo. Il ricordo di noi amici di una volta. Quello dei ragazzi di oggi,.....
Carlo Alberto Bussoni 2020-06-29 06:56:21
Speranze di gioventù andate tutte deluse grazie al tradimento dei sindacati, dei partiti sedicenti di sinistra. e del menefreghismo generale......
Alexandra Almon 2020-06-26 22:57:11
Carissimo Gianni Burli, la tua situazione sembra la fotocopia di quanto vissuto da noi negli ultimi due anni. Grazie a.....