EaT – Enogastronomia a Teatro, grande successo per il connubio tra cibo e spettacolo

  • Letto 437
  • Si pensa già all’edizione 2023

    Un modo suggestivo, originale, conviviale, esperienziale e divertente di soddisfare la “fame” di cultura attraverso il cibo. Un evento costruito proprio su misura per la città di Spoleto perché parla di enogastronomia e teatro con una potenzialità di sviluppo per il futuro molto importante.

    Sono queste le principali caratteristiche che hanno decretato il successo della prima edizione di “EaT – Enogastronomia a Teatro”, un nuovo format che è stato capace per tre giorni (25-27 novembre) di legare cibo, vino, olio, tartufo e spettacolo sulla scena del più antico teatro all’italiana della città, il Caio Melisso Spazio Carla Fendi. Al suo interno gli spettacoli in programma sono diventati strumenti per promuovere i prodotti del territorio in una chiave unica e innovativa.

    Tutti gli appuntamenti hanno registrato il sold out con un grande successo quindi per la prima edizione visto anche il coinvolgimento di un pubblico di tutte le età. Molto soddisfatti gli organizzatori Anna Setteposte e Andrea Castellani: “Questo risultato si poteva raggiungere solo con uno splendido lavoro di squadra. La nostra cultura enogastronomica presentata su un palco di prestigio come quello del Caio Melisso, condita dalla qualità impeccabile degli artisti che hanno messo in scena gli spettacoli, e poi la presenza del pubblico attivo che ha potuto gustare il prodotto dello spettacolo è stato per noi motivo di grande orgoglio”.

    Gli organizzatori ringraziano quindi il Comune di Spoleto, il Gal Valle Umbra e Sibillini, il Consorzio di tutela dei vini di Montefalco (con le cantine associate della Spoleto Doc e del trebbiano spoletino protagoniste dei vini di EaT), l’Istituto alberghiero ‘Giancarlo De Carolis’ di Spoleto e gli sponsor per la fiducia che hanno dato a questa prima messa in scena: “Cercheremo di ricompensare questa fiducia anche per l’edizione 2023. Alla riuscita dell’evento hanno contribuito in maniera fondamentale anche le maestranze del teatro e tutti i professionisti che a vario titolo hanno lavorato con passione. Importante è stato anche il ritorno mediatico che si è avuto attraverso la stampa e i social. Ora quindi diamo appuntamento, sullo slancio della grande risposta di pubblico e di commenti positivi, al prossimo anno con alcune importanti novità”.

    Molto soddisfatti della buona riuscita dell’evento anche Andrea Sisti, sindaco di Spoleto, e Giovanni Maria Angelini Paroli, assessore al marketing e innovazione imprenditoriale e del turismo 4.0 per la valorizzazione dell’economia locale: “In modo intimo, innovativo e moderno – affermano – EaT ha raccontato un aspetto della vita di tutti i giorni presentandolo da un nuovo punto di vista nella meravigliosa cornice del teatro Caio Melisso Spazio Carla Fendi resa ancor più suggestiva dall’allestimento realizzato. Ogni partecipante, coinvolto in modo attivo, ha potuto sentirsi parte dello spettacolo e cogliere aspetti e sfumature normalmente impercettibili nei gesti degli artisti che evocavano suggestioni, odori e sensazioni. La connessione tra cultura ed enogastronomia, che affonda le radici nell’antichità, è un elemento su cui puntare per promuovere una città come Spoleto e i suoi prodotti tipici e la modalità innovativa scelta dagli organizzatori è stata sicuramente vincente. Cibo come nutrimento fisico sì, ma anche spirituale e culturale”.

    Apprezzamenti sono arrivati anche da parte del vicepresidente della Regione Umbria e assessore regionale alle politiche agricole e agroalimentari Roberto Morroni, che ha partecipato al taglio del nastro nella giornata inaugurale: “La cultura diventa, in una chiave di convivialità esperienziale unica, volano di promozione dei prodotti del territorio. Il pubblico, seduto allo stesso tavolo degli artisti, ha potuto degustare le migliori tipicità locali“.

    “EaT – Enogastronomia a Teatro” è nato quindi da un connubio insolito con tre giorni di spettacoli (produzioni indipendenti e innovative), musica e degustazioni che sono stati tutti dedicati all’enogastronomia, con il pubblico divertito e coinvolto in maniera attiva: attori e spettatori si sono seduti allo stesso tavolo e hanno condiviso cibo, performance e musica. “EaT – Enogastronomia a Teatro” è stato organizzato dalle agenzie di eventi e comunicazione Andrea Castellani, AC Company srl e Anna Setteposte, Anna7Poste Eventi&Comunicazione srl in collaborazione con il Comune di Spoleto e con il contributo del GAL Valle Umbra e Sibillini.

    Main supporter della manifestazione sono stati Monini e Urbani Tartufi. Si ringraziano per il loro contributo anche Zafferano, Acqua Tullia e Agenzia Generali Assicurazioni.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Aurelio Fabiani 2023-01-28 11:29:13
    De Luca ok! Ma a Spoleto fanno un altro mestiere .STAVOLTA VE LO DICIAMO DIRETTAMENTE. Solo i fatti dicono chi.....
    Aurelio Fabiani 2023-01-20 22:16:38
    Un comunicato demenziale, di un campanilismo dell'immagine miope di chi vede uffici là dove noi vediamo servizi per i cittadini......
    Casa Rossa Spoleto 2023-01-08 09:27:58
    La parte che svolge Grifoni non ci piace. Un comunicato vuoto di obiettivi, con qualche "anatema", volto a sottrarre alla.....
    giotarzan 2022-12-24 15:05:16
    questo "signore" è 10 volte o forse più che viene denunciato, furti, aggressioni, foglio di via obbligatorio e chi più.....
    Massimo 2022-12-23 12:45:07
    In verità le promesse le hanno fatte a colaiacovo no ai lavoratori vergogna, come la protasi si vanta di essere.....