Spoleto City Forum, ieri l’incontro con la Presidente Tesei per parlare del San Matteo degli Infermi

  • Letto 217
  • La nota stampa 

    Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

    Una delegazione del City Forum, rappresentata dal portavoce Sergio Grifoni, dal segretario della Confartigianato Stelvio Gauzzi e dal rappresentante del Tribunale del Malato, dott. Enzo Ercolani, è stata ricevuta dalla Presidente della Regione, Donatella Tesei per fare il punto sul problema Ospedale. Un lunghissimo colloquio durante il quale sono stati esposti all’interessata i disagi che per mesi ormai stanno vivendo le popolazioni dello spoletino e della Valnerina, costrette a continui spostamenti per avere una possibile garanzia di servizi sanitari o, spesso e volentieri, rinunciare agli stessi, con conseguente allungamento delle liste di attesa. E’ stato poi richiesto, al di là di propositi affidati a non vincolanti comunicati stampa, un crono programma definitivo per il reintegro di tutti i servizi e reparti soppressi al San Matteo a causa del Covid. E’ stato evidenziato alla Presidente anche la necessità assoluta di adeguare il personale, sia medico che paramedico, fattore questo che incide fortemente sulla possibilità di mantenimento dei servizi.

    Qualora, a seguito di avvisi di disponibilità o concorsi, non ci dovesse essere una sufficiente risposta, occorrerà individuare in maniera diversa il personale stesso. Ovviamente molto dipende dal futuro dell’ospedale perché, perdurando la percezione di una possibile dismissione, difficilmente si possono individuare le risorse professionali. Diventa cioè non più rinviabile la costituzione di un Polo unico fra Foligno, Spoleto e Valnerina, con equa distribuzione dei servizi e delle competenze, il tutto prima della elaborazione del nuovo Piano Sanitario Regionale. La presidente Tesei ha espresso apprezzamento per il senso di responsabilità dimostrato in tale frangente dal City Forum, motivando il rinnovo dell’ordinanza di Ospedale Covid al prossimo venti maggio, e non per periodi più lunghi come avrebbe potuto, sia per dare possibilità al nuovo Direttore Regionale Massimo Braganti di analizzare la situazione, che soprattutto per manifestare la volontà al ripristino immediato. Sulle restanti istanze, ha rinnovato i seguenti impegni:
    1) Organizzare prima del venti maggio una conferenza stampa durante la quale detterà i tempi precisi di ripristino dei vari servizi ospedalieri e, come richiesto dal City Forum, possibilmente tenerla a Spoleto, magari all’interno dello stesso ospedale;
    2) Attivare da subito ogni forma possibile per l’individuazione del personale sanitario necessario al ripristino stesso, senza ovviamente dimenticare le difficoltà che potrebbero incontrarsi proprio per il problema legato alla volontà degli interessati;
    3) Studiare una qualche soluzione per trasferire i ricoverati in RSA interni al San Matteo in una sede più idonea per le loro esigenze, fattore questo che, fra l’altro, consentirebbe di rendere disponibili più posti letto per degenze ospedaliere;
    4) Costruire una proposta di razionalizzazione dei servizi sanitari e ospedalieri fra i comprensori di Foligno, Spoleto e Valnerina, propedeutici e conformi al nuovo Piano Sanitario Regionale, da calare poi nei territori interessati per un confronto preventivo. Azione questa che, dopo tanti anni di attesa, garantirebbe un futuro certo al San Matteo.
    Lo Spoleto City Forum, ha accolto favorevolmente i suddetti impegni e, pur non mettendo in discussione l’onestà politica e personale della Presidente, conferma che comunque le Associazioni aderenti resteranno permanentemente vigili e attente fino a quando alle parole non seguiranno i fatti.

    Spoleto City Forum 

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Caterina 2021-07-25 00:18:57
    E le scuole???? Non ne parliamo affatto?????
    aurelio fabiani 2021-07-14 21:01:29
    Il qualunquismi avanza, le idee muoiono. Italia morta.
    Carlo neri 2021-07-12 18:31:34
    Assurdo! Così si incentivano gli atti vandalici e di inciviltà.....a questo punto siamo arrivati.....forse è il fondo, ma stiamo anche.....
    carlo 2021-06-16 11:54:36
    Come solito, Lucidi, essendo ignorante, cioè non conoscendo i fatti, ma solo le chiacchiere, scrive del nulla.
    carlo 2021-06-11 16:33:03
    Ho visto spesso, dato che ci passo quasi tutte le mattine, qualche operaio a estirpare queste erbacce, ma poi ,.....