Volti di Spoleto: il Brigadier Generale Renato Morlino si racconta

  • Letto 850
  • La carriera militare e l’impegno sociale dell’ex Direttore del SMMT di Baiano

    di Alessio Cao 

    (DMN) – Volti di Spoleto incontra oggi Il Brigadier Generale Renato Morlino che ci racconta la sua esperienza professionale nell’Esercito ed in particolare il periodo in cui è stato Direttore e perno fondamentale dello Stabilimento di Baiano, una delle poche aziende in grado di assumere ancor oggi notevole forza lavoro giovanile ed essere possibile volano per la ripresa dell’economia comunale spoletina.

    Buongiorno Brigadier Generale Morlino, ci racconti come nasce il suo desiderio di entrare nell’Esercito da giovane Ufficiale. Un’ambizione coltivata da sempre?
    Questa scelta è maturata al tempo opportuno. Ero studente di ingegneria presso il Politecnico di Torino, quando notando alcuni frequentatori Ufficiali in divisa, mi sono informato circa la loro partecipazione costante ai corsi e mi è stata prospettata la possibilità di arruolarsi nell’Esercito tramite uno specifico concorso e continuare poi gli studi accademici fino alla laurea. Da qui è sorta la spinta ad indossare l’uniforme e a percorrere la carriera militare nel corpo degli Ingegneri dell’Esercito.

    Quali incarichi ha ricoperto nella sua prestigiosa carriera e dove ha svolto servizio?
    Da giovane Ufficiale ingegnere ho ricoperto gli incarichi di Capo Sezione e Capo Servizio fino al grado di Maggiore. Nel 1997 sono stato ammesso a frequentare il Corso di Stato Maggiore Interforze presso il Centro Alti Studi della Difesa in Roma. Nel grado di Colonnello mi è stata affidata la direzione in successione di Polmanteo in Roma, Polo di Mantenimento delle Armi leggere in Terni, Centro Polifunzionale di Sperimentazione dell’Esercito in Montelibretti, Direttore dello Stabilimento Militare del Munizionamento Terrestre di Spoleto. Qui sono stato promosso al grado di Brigadier Generale.

     

    In che anno è giunto a Spoleto? Lei ha lavorato per molto tempo presso lo Stabilimento Militare del Munizionamento Terrestre di Baiano, anche comandandolo in qualità di Direttore, cosa ci racconta di questa esperienza?

    Come detto prima, i miei inizi sono stati presso lo Stabilimento di Baiano di Spoleto che ho raggiunto nel 1985. L’ho lasciato per il Corso di Stato Maggiore Interforze e vi sono tornato da Direttore. Il mio bagaglio di esperienza ha contribuito in modo significativo ad intraprendere nuove strade di collaborazione inedite fra Agenzia Industrie Difesa e l’industria privata del settore.

    Lo Stabilimento è oggi una delle poche realtà produttive dello spoletino ancora in funzione ed in grado di assumere forza lavoro. Una risorsa dallo straordinario valore per il territorio comunale, soprattutto in questo periodo di crisi. Quale futuro c’è secondo Lei per questo Ente?
    La collaborazione cui accennavo sopra è diventata, nel corso del tempo, l’asse portante delle attività produttive, in considerazione che la struttura e l’area dello Stabilimento consentono attività del genere, inoltre la professionalità e l’esperienza delle maestranze hanno contribuito in modo determinante a questo successo, tanto che oggi è possibile raccogliere i frutti di nuova occupazione giovanile nel ricambio di forza lavoro generazionale.

    Generale sappiamo che lei ha svolto e svolge tutt’ora importanti incarichi nel sociale e all’interno della comunità cattolica. Qual è la sua funzione nella Chiesa?
    Ho maturato nel tempo anche la mia vocazione cristiana grazie alla Chiesa di Spoleto che da sempre mi ha allevato e cresciuto come un figlio e fratello nel seno della comunità cattolica. Da qualche anno, precisamente sei, sono stato ordinato Diacono, e svolgo regolarmente questa funzione della Chiesa di Spoleto.

     

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    SPOLETO(PG) INTITOLATA UNA PIAZZA A DON PINO PUGLISI - Street Master 2020-05-26 10:13:55
    […] https://www.duemondinews.com/spoleto-intitolata-a-don-pino-puglisi-la-piazza-dellauditorium-della-st… […]
    ASSOCIAZIONE VOLONTARI CARABINIERI IN CONGEDO DI SPOLETO - GRUPPO PROT CIV 2020-05-26 00:00:46
    A nome dei volontari dell’Associazione Volontari Carabinieri in Congedo di Spoleto -GPC, ringrazio il Quotidiano Due Mondi per avere voluto.....
    Rompiuova 2020-05-25 13:55:13
    Da Terenzi a Te Renzi
    Rosario Murro 2020-05-24 08:31:05
    Lodevole e larga condivisione su inaugurazione della piazza dedicata a Don Puglisi (ne vorremmo 1.000 in Politica di queste Figure.....
    Roberto Quirino 2020-05-19 10:02:50
    Questa è senz'altro una buona notizia. Mi era stata anticipata giusto ieri da Franco Triani, che però mi ha detto.....