Volti di Spoleto: Guido Lilli, il barbiere più anziano d’Italia

  • Letto 3178
  • Storia del famoso barbiere di Piazza del Mercato, un patrimonio dell’umanità – foto

    di Alessio Cao

    (DMN) Spoleto – Volti di Spoleto ci porta oggi a conoscere uno dei “pilastri” di Piazza del Mercato, Guido Lilli, il barbiere in attività più anziano d’Italia.

    Entrando nella sua bottega si respira subito un’aria diversa dai parrucchieri moderni, un’aria d’altri tempi, intrisa di storia, di esperienza, di capacità ormai perse nel tempo. Le forbici di Guido guizzano sicure, ci guidano in questo viaggio con una maestria che solo mani esperte come le sue possono ancora avere.

    Buongiorno Guido, è un piacere vederla lavorare ancora a quasi 87 anni con impegno ed entusiasmo. Ci racconti come e quando inizia il suo percorso professionale.

    Ho iniziato a lavorare come apprendista in questa stessa bottega nel 1944, al termine della seconda guerra mondiale su consiglio di mia madre. All’inizio svolgevo mansioni più semplici, come ad esempio spazzolare i clienti, poi con il tempo ho appreso l’arte del tagliare i capelli e soprattutto della barba.
    Fare la barba è diverso dal fare un semplice taglio, è quasi un rito i cui segreti si imparano con il tempo.

    Ha lavorato sempre qui a Spoleto? Sempre in questa bottega?

    Non  sempre. Dopo un primo periodo di apprendistato mi sono trasferito a Roma, ma i ritmi della grande città erano troppo caotici e sono tornato.
    La pace e la tranquillità di una cittadina come Spoleto sono impagabili, qui ho voluto lavorare, creare la mia famiglia e far crescere i miei due stupendi figli.

    Certamente la vita in provincia ha i suoi pregi. Da quando lavora in modo continuativo in questa splendida bottega del centro? Leggiamo sulla vetrata “Sala da barba” dal 1820, che storia ha il negozio?

    Tra queste mura hanno sempre lavorato barbieri, dal 1820 e con me siamo giunti alla quarta generazione!
    Io lavoro qui dal 1959 e ci lavorerò fino a quando il Padre Eterno me ne darà la forza!

    Una vita davvero, complimenti! Avrà avuto molti clienti in tutti questi anni, di ogni tipo.
    Quali sono stati i più famosi?

    Qui sono passati davvero in tanti.
    Negli anni d’oro del Festival dei Due Mondi ho servito registi, attori, cantanti.
    Il turismo era diverso, le persone si fermavano a Spoleto per più giorni, anche venti, l’atmosfera che si respirava in centro storico era un’altra.
    Tra i miei clienti più noti posso citare sicuramente il Maestro Menotti, il Direttore d’orchestra Thomas Schippers e oggi il Direttore del Festival, Giorgio Ferrara.

    Quanti nomi importanti Guido! Invece della gente comune cosa ci racconta?

    Ho sempre avuto molti clienti, oggi purtroppo il centro si è spopolato, in particolare dopo il terremoto. Gli abitanti sono soprattutto anziani, ma io ho la mia clientela fissa e sono felice di continuare.
    Ho sempre aiutato tutti, chi non poteva pagare un taglio o anche chi semplicemente si affaccia qui nella mia bottega per un’elemosina.
    Bisogna essere buoni nella vita, è una qualità importantissima!

    Concludiamo con un suo prezioso parere per i giovani che vogliono intraprendere la professione di barbiere. É soddisfatto? La consiglierebbe ad un ragazzo?

    Assolutamente si, è un bel mestiere! Ci permette di incontrare tante persone, con caratteri diversi, ma con la giusta capacità ci si rapporta bene con tutti! Il lavoro oggi è cambiato, bisogna fare delle scuole e dei concorsi che formano il giovane nel mestiere e in quello che vogliono i clienti moderni. Ci sono ottime scuole, ma mi permetto di dire che, secondo me, quella capacità particolare con le forbici e con le barbe te la dà solo l’esperienza.

    Ringraziamo Guido e ci accomiatiamo da lui con un sorriso e un’ energica stretta di mano. Lo stesso sorriso che Guido dona a tutti i suoi clienti a Spoleto dal 1959.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    One Comment For "Volti di Spoleto: Guido Lilli, il barbiere più anziano d’Italia"

    1. Carlo Alberto Bussoni
      Ottobre 22, 2019

      Sì, ma non è Piazza del mercato, ma via Arco di Druso!

      Rispondi

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Piero Gasparri 2019-12-05 16:36:17
    grande fotografo, sono orgoglioso di te
    Carlo Neri 2019-12-04 16:16:10
    Ma il sindaco lo sa che i fans di Patti Smith, quelli di una certa età, sono gli stessi che.....
    Adia fabbrizi 2019-12-02 18:17:11
    Alla frazione di Montebibico questa interruzione non credo comporti alcunché, in quanto la frazione si trova a 5 Km dal.....
    Patti Smith laureata ad honorem all'università di Padova | Il Bo Live … – Servizio di informazione 2019-11-29 14:05:45
    […] Spoleto, attesa per il concerto di Patti Smith | Due Mondi News – Il … […]
    vanda 2019-11-29 08:52:04
    Quando vado a Norcia durante la settimana cerco sempre qualcosa che mi comunichi che questo posto riprenda a vivere ...davanti.....