USB: “Ci riprenderemo l’ospedale. La salute pubblica non si tocca”

  • Letto 421
  • Ieri il presidio dell’Unione Sindacale di Base davanti alla palazzina Micheli

    Lo sciopero generale dell’Unione Sindacale di Base – scrive in una nota Ettore Magrini –  su sanità, scuola e trasporti pubblici, indetto per ier 25 novembre, si è incentrato a Spoleto sull’obiettivo di rilanciare la lotta per l’immediato ripristino di tutte le attività dell’ospedale cittadino, oggi cancellate dalla decisione del governo regionale a guida Lega che lo ha trasformato in ospedale Covid.
    Una significativa presenza popolare – prosegue l’esponente dell’USB –  e gli interventi delle associazioni che si sono battute con più coerenza per la salvaguardia integrale di tutti i servizi preesistenti, hanno fatto del presidio di oggi presso il San Matteo, il punto di partenza della mobilitazione di quella parte della città che non intende affatto mollare e accettare lo stato di fatto, in attesa che si materializzino “ le promesse” della governatrice della Lega,Tesei.
    L’impegno è stato di continuare coordinando al meglio le forze e alzando il livello della lotta con iniziative che non potranno ignorare.
    Le esperienze del passato – sottolinea Magrini –  insegnano che se un popolo si ribella e fa quello che i governanti temono, si può vincere anche questa fondamentale battaglia.

    Quello che accadde quasi venti anni fa con la centrale a biomasse di Santo Chiodo sta lì a dimostrarlo.
    Ospedale, sanità pubblica ma non solo, nelle motivazioni dello sciopero USB. Scuola e Trasporto Pubblico Locale sono due altri snodi sociali per quella parte di popolazione povera o impoverita, che ha perso il lavoro o è costretta a lavori sempre più pesanti, con salari insufficienti o da fame in tempi di covid.
    La lotta è una sola, – conclude la nota– vincere sull’ospedale e sulla sanità pubblica vuol dire fare più forte la lotta per garantire i servizi sociali fondamentali e i diritti dei lavoratori.

     

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Andrea 2021-01-06 11:10:41
    Vengo anch'io!!!!!!
    Antoaneta Dzoni 2021-01-05 19:05:23
    Vorrei partecipare
    Luca filipponi 2021-01-05 15:17:41
    Vorrei ringraziare per il suo impegno e sensibilità verso l'arte e la cultura la redazione di duemondinews buon 2021!
    Cesaretti Sergio 2020-12-07 23:28:30
    La maggior parte di quei personaggi; l'ho tutti conosciuti....sono del 1941, natio di Spoleto, in via San Giovanni e Paolo,.....
    Giorgio 2020-12-03 14:59:14
    Una considerazione che vorrei fare: ho letto che l'intervento complessivo praticamente ammonterebbe ad un milione e trecento mila € ok?.....