Umbria dimenticata: la chiesa di San Marco in Pomeriis a Spoleto

  • Letto 692
  • Una meravigliosa chiesa dalle origini antichissime giace sepolta dalla vegetazione in pieno centro storico – galleria fotografica 

    di Alessio Cao

    (DMN) Spoleto – Sono numerose le meraviglie storiche ed architettoniche dimenticate che si possono scoprire passeggiando tra i vicoli medievali di Spoleto. Stradine anguste, a volte in stato d’abbandono e nascoste dalla vegetazione che cresce rigogliosa. Una di queste è la chiesa di San Marco in Pomeriis. Edificio di culto molto antico, è situato in fondo a via Esterna delle Mura, prima raggiungibile anche da via delle Felici, passaggio al momento ostruito. La prima chiesa sorgeva nella zona a partire dal VI secolo, già intitolata a San Marco e adiacente ad un monastero benedettino, fondato nel 535 dal monaco Eleuterio, di probabile origine siriana.
    Il monastero fu distrutto dai saraceni nell’alto medioevo e poi ricostruito, ampliando i suoi possedimenti e divenendo uno dei più conosciuti della zona, fino al 1789 quando, minacciato dalle infiltrazioni, dagli orti sovrastanti e da problemi strutturali, fu demolito e la chiesa ricostruita nell’attuale posizione, leggermente più piccola.
    Attualmente la chiesetta è ridotta ad un rudere pericolante ed in stato di abbandono, recintata dal 2016.
    All’interno, dalla porta divelta, sono visibili resti di affreschi, un monogramma MB sovrastato da una croce e quel che rimane della zona dell’abside, il tutto avvolto da una fitta vegetazione.
    Un luogo ormai non più fruibile, ma inserito all’interno delle mura cittadine, ricco di storia e di tradizione, che meriterebbe di essere salvato dall’incuria e dall’azione erosiva del tempo, per conservarne la preziosa memoria religiosa ed artistica e tramandarla alle generazioni future.

     

     

    Share

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Viscos 2020-10-23 19:02:40
    .. RASSICURAZIONI se è vero che hanno messo una tenda... E questo è un affronto alla Città.. Oltre che della.....
    Tiziana Santoni 2020-10-23 00:18:50
    I presenti alla protesta hanno giustamente e calorosamente invitato i complici del furto operato ai danni della città di Spoleto.....
    Aurelio Fabiani 2020-10-22 23:42:02
    Alcuni dei presenti citati dall'articolo saranno venuti a controllare la protesta o a metterci il cappello. I cittadini indignati erano.....
    Marco Silvani 2020-10-20 11:19:19
    Infatti le persone dovrebbero pensare prima di parlare sempre che ci riescano.
    Ale 2020-10-13 09:54:25
    Instagram sembra pieno di "Influencers", ma la maggior parte di queste persone non capisce che si tratta di un vero.....