Trenitalia fa dietrofront : Spoleto, ecco il Frecciabianca

  • Letto 1395
  • BANNER-DUE-MONDI-NEWS-SPOLETO

    L’annuncio dato all’Ansa dall’ingegner Attanasio – le reazioni

    (DMN) Spoleto – la città del Festival dei Due Mondi avrà la fermata del Frecciabianca, il convoglio rapido di Trenitalia che faciliterà i collegamenti con la Capitale.

    La fermata spoletina, nei mesi scorsi,  era già stata inserita, nel sito internet ufficiale dell’impresa ferroviaria per poi essere improvvisamente rimossa, generando, nella giornata di ieri, numerose prese di posizione bipartisan (De Augustinis, Lega, Laureti e Renzi).

    [wp_bannerize group=”Articoli-600×150″ random=”2″ limit=”1″]

    Oggi  invece, l’ingegner Paolo Attanasio, direttore della Divisione Frecce e lunga percorrenza di Trenitalia, ha annunciato, in una breve intervista, rilasciata all’Ansa che “dal 9 dicembre il Frecciabianca Roma-Ravenna fermerà anche alla stazione di Spoleto” dopo che “si è concluso con esito positivo lo studio di fattibilità tecnico-economica propedeutico all’istituzione della fermata”.

    L’ingegnere ha poi sottolineato che Trenitalia ha “così dato una risposta alle richieste giunte dalla cittadinanza, dall’assessore regionale Giuseppe Chianella e dalle istituzioni locali. Questo è stato possibile perché sono stati risolti i problemi tecnici legati alle interazioni con il traffico regionale. Da un punto di vista strettamente economico la fermata non ha una grande valenza commerciale per Trenitalia che comunque ci tiene a offrire un servizio utile agli utenti”.

    I biglietti saranno presto in vendita.

    LE REAZIONI (in aggiornamento)

    Spoleto Popolare e Alleanza Civica:

    Dopo tanto spavento, è confermato: il FrecciaBianca fermerà come promesso a Spoleto dal 9 Dicembre!
    Ne ha dato poco fa conferma all’Ansa l’ing. Attanasio di Trenitalia.
    La nostra Amministrazione ha incontrato e discusso più volte con la Regione e con l’assessore regionale Chianella, ed insieme, durante un incontro con il dott. Iacono, A.D. di Trenitalia, avevamo richiesto con forza questa fermata che già dallo scorso dicembre sembrava fosse fattibile.
    Identica richiesta era stata formalmente inviata al Ministero dell’Infrastrutture e dei Trasporti, al Vice-Ministro Nencini , perché eravamo e siamo convinti che alcuni segnali fossero necessari per farci uscire da un isolamento non più tollerabile.
    Ieri il comunicato della Lega ci aveva lasciati perplessi !
    Noi siamo orgogliosi del lavoro svolto ma ricordiamo, a chi evidentemente non ne è a conoscenza, che i Treni passeggeri di interesse nazionale così come quelli ad alta velocità e le loro fermate non sono competenza né del Comune né della Regione, così come stabilito dal d.lgs. 422 del 1997 (Conferimento alle regioni e agli enti locali di funzioni e compiti in materia di trasporto pubblico locale).
    Quello che Regione e Comune possono e devono fare è sensibilizzare Trenitalia per ciò che riguarda le esigenze del proprio territorio.
    Noi, non ci prendevamo e non ci prendiamo meriti, abbiamo solo lavorato nell’interesse della città.
    Tutti sono saliti sul carro del vincitore e hanno giustamente gioito a Settembre per la fermata del FrecciaBianca, poi tutti hanno preso le distanze e scaricato colpe sulla regione e sulle precedenti amministrazioni, quando questa possibilità sembrava tramontata.
    Ricordiamo che il Sindaco De Augustinis alla presentazione delle linee di mandato aveva dichiarato di avere interlocuzioni settimanali con i vertici delle FFSS! E allora? Dopo tante interlocuzioni cosa si sono detti se anche lui non era a conoscenza di questo fantomatico errore?
    Poi nel comunicato si dice di voler chiedere al Ministro se esiste un contratto di servizio con Trenitalia? E perché non viene rispettato??
    Fare una tale richiesta quando questo è pubblico e facilmente consultabile ci sembra inutile. Forse è utile ricordare che il contratto di servizio gestito da Regione e Trenitalia riguarda i servizi di trasporto ferroviario di interesse regionale e locale e non coinvolge minimamente i treni di interesse nazionale nè tantomeno quelli ad alta velocità. Bisognerebbe informarsi prima di chiedere o scrivere cose assurde!
    Invece di parlare a sproposito forse sarebbe stato più utile partecipare alle riunioni in materia di trasporti, come quella che si è svolta mercoledì ad Orte, dove erano rappresentate molte Amministrazioni del Lazio e della Valle Umbra Sud tranne Spoleto.
    L’isolamento della città non è un problema da agitare solo in campagna elettorale: ora ci dovete lavorare seriamente! Facile criticare il lavoro svolto da altri e gioire o rinfacciare a seconda del vento.
    Noi siamo orgogliosi del lavoro svolto e continueremo nella nostra battaglia, non resteremo di certo a guardare . Ognuno faccia la sua parte, magari acquisendo prima le doverose informazioni di base.
    Inoltre siamo curiosi di vedere quanti dovranno ritrattare le dichiarazioni di ieri e diventeranno artefici del miracolo!
    Ma ora guardiamo avanti e pensiamo al modo migliore per intercettare e mantenere le fermate ed i collegamenti all’alta velocità!

    La soddisfazione del Sindaco Umberto De Augustinis :

    Il comunicato del direttore della Divisione Frecce e lunga percorrenza di Trenitalia, dott Attanasio, che rassicura intorno alla fermata del Frecciabianca a Spoleto dal 9 dicembre, smentisce voci ed asserzioni circolate nei giorni scorsi, che avevano creato sconcerto.

    Il Comune esprime apprezzamento anche per la sollecitudine dimostrata.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Aurelio Fabiani 2022-11-23 10:23:54
    INTITOLARE UNA STRADA A GINO STRADA. OTTIMA PROPOSTA. MA SE POI FAI LA STRADA OPPOSTA, QUESTA PROPOSTA NON E' UNA.....
    Aurelio Fabiani 2022-11-16 20:52:40
    Vigilare sul previsto? Hanno già fatto. Chiuso il punto nascite. A chi tiene in mano le chiavi del city forum.....
    Aurelio Fabiani 2022-11-08 06:56:41
    Hanno anche il coraggio di parlare!
    Aurelio Fabiani 2022-11-05 08:42:38
    Dispiacere! Ma fate qualcosa! Incanetevi tutti davanti all'ingresso dell'ospedale! Basta parole e annunci di Consigli Comunali aperti, spariti dai radar!
    Aurelio Fabiani 2022-11-03 13:53:28
    4 NOVEMBRE, NON C'E' NULLA DA FESTEGGIARE. LA PRIMA GUERRA MONDIALE FU UNA GUERRA IMPERIALISTA E COME TUTTE LE GUERRE.....