Torna il coro dei bambini del Teatro Lirico Sperimentale

  • Letto 1178
  • Iniziate anche le attività di OperaBiblio in collaborazione con il Comune di Spoleto 

    Riparte da questa settimana l’attività del Piccolo Coro del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto presso la Sala Monterosso di Villa Redenta. Il gruppo, formato da circa 15 giovanissimi e talentuosi cantori di età compresa tra gli 8 e i 15 anni, darà il via alla preparazione di una serie di concerti che saranno effettuati nel prossimo periodo natalizio.

                Il Piccolo Coro, diretto dai maestri Sara Cresta e Mauro Presazzi, nasce come coro di voci bianche a supporto della stagione del Teatro Lirico Sperimentale “A. Belli” di Spoleto, inserito cioè nelle produzioni operistiche che richiedono questo tipo di organico vocale. Negli ultimi 6 anni il gruppo ha avviato anche un’attività concertistica presentando brani che spaziano dalla musica medievale al musical, dalla musica sacra a quella operistica.

                Gli aspetti educativi toccati da questo tipo di attività sono molteplici ed essi spaziano da quello tecnico-artistico come la cura della propria voce, l’intonazione, la ricerca del bel suono, la conoscenza della notazione musicale, a quello puramente storico-culturale con l’approccio ad un repertorio musicale che raramente viene trattato in contesti scolastici ordinari, a quello sociale e psicologico in cui ogni cantore si sente necessariamente responsabile del bene del gruppo e tutti sanno di essere accomunati dalla passione per la musica, maturano la coscienza di se, delle proprie capacità e dei propri limiti.

                Le audizioni per l’ingresso dei nuovi piccoli cantori avvengono ogni due anni e le prossime avranno luogo all’inizio del 2022.

    L’attività del Piccolo Coro del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto rientra tra le attività del progetto “Cantare l’opera” a favore dei territori colpiti dal sisma ed è resa possibile grazie al contributo del Ministero della Cultura e della Regione Umbria e con la collaborazione del Comune di Spoleto.

     

    In questi giorni sono inoltre iniziate le attività di OperaBiblio, Biblioteca del Teatro Lirico Sperimentale che ha aperto le proprie porte ai visitatori lo scorso mese di settembre. Il 30 di ottobre infatti si sono svolte le prime attività dedicate soprattutto ai bambini e ai ragazzi con visite guidate alla biblioteca e al Ponte sanguinario oltre che letture e attività.

    La giornata ha vista una grande partecipazione di pubblico che, guidato e accompagnato da Veronica D’Archivio, Marta D’Atri e Arianna Trabalza, ha potuto avvicinarsi a luoghi particolari e spesso inesplorati della città oltre che conoscere i nuovi spazi della biblioteca che speriamo diventino presto ulteriore punto di riferimento per gli utenti.

    La biblioteca conserva oltre 10mila volumi in continuo ampliamento e già ha attivato i suoi primi servizi di prestito, consultazione e reference.

    Le attività di OperaBiblio si svolgono grazie al contributo del Ministero della Cultura, della Regione Umbria e con la collaborazione con il Comune di Spoleto.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Francesco 2022-05-23 08:10:44
    Questa proposta "futurista" della mototerapia la trovo alquanto singolare anche per il fatto che, pur essendo, le moto, dei mezzi.....
    Francesco 2022-05-18 23:11:12
    Si, è una bella iniziativa, ma mi chiedo se convegni come questo serviranno a far si che la Spoleto-Norcia possa.....
    Giorgio proietti 2022-05-06 07:44:20
    Pover fratello mio
    fabien 2022-04-09 10:16:14
    Ma guarda un po', per il Mattatoio, i soldi ci sono grazie all interessamento della silente Agabiti(sulla vicenda dell'ospedale di.....
    Aurelio Fabiani 2022-04-02 17:20:04
    Bene, è importante solidarizzare con chi scappa dalla guerra, ma ci sarebbe piaciuto che i Grifoni di tutta la terra.....