Superlega, grande prova di Perugia contro Ravenna

  • Letto 222
  • Ancora una prestazione in crescendo degli uomini di Heynen che limitano al massimo gli errori diretti e giocano con qualità in fase break. Hoogendoorn si conferma Mvp con 14 punti, 13 per Leon, ottima prestazione dai centrali Russo e Podrascanin. Mercoledì ancora luci al PalaBarton, arriva Sora

    Quarta vittoria consecutiva della Sir Safety Conad Perugia che regola in tre set la Consar Ravenna nell’ottava di andata di Superlega e prosegue la sua rincorsa in classifica.

    Proseguono i miglioramenti dei Block Devils che, passo dopo passo, stanno assimilando il sistema di gioco di Vital Heynen. Pochissimi errori diretti (appena 12 in tre set, di cui 8 al servizio), tanto lavoro in fase break, dove spicca il lavoro a muro dei centrali Podrascanin e Russo e dove si esalta un super Colaci in difesa, tanta qualità al servizio (5 ace ed una pressione costante dai nove metri alla seconda linea romagnola). Al resto pensano l’esperienza di De Cecco e Lanza, la potenza offensiva di Leon (13 punti per il martellone cubano-polacco) ed un’altra prova di spessore in attacco dell’Mvp Hoogendoorn che, schierato per la terza volta titolare per un Atanasijevic in fase di recupero, ne mette 14 con il 63%n in attacco e due ace.

    Un set, il primo, con Perugia che dilaga subito trascinata proprio dall’opposto mancino olandese (25-14), poi due parziali nei quali Ravenna tiene botta nella prima parte. Ma i Block Devils spingono forte in attacco, trascinati dal calore dei Sirmaniaci e di tutto il PalaBarton, chiudendo con un doppio 25-18 sigillato dal punto finale del neo entrato Plotnytskyi.

    Soddisfazione nell’entourage bianconero e testa subito al prossimo turno. Per la nona di campionato si torna infatti ancora al PalaBarton mercoledì sera. Arriva Sora, per un altro match solo sulla carta a favore di Perugia. Un altro match dove servirà invece una prova di spessore per proseguire nella striscia positiva.   

    IL MATCH

    C’è sempre Hoogendoorn in diagonale a De Cecco nei sette di partenza di Heynen. L’avvio è griffato dalla tripletta di Leon (4-1). Contrattacco vincente di Hoogendoorn (6-2). Ravenna recupera un break con il muro di Cortesia (7-4). Lanza chiude il contrattacco (9-5). Mette anche il muro vincente Lanza, poi doppio ace di Hoogendoorn (13-5). Russo mette a terra il primo tempo (15-8). Perugia vola a +9 dopo gli errori di Lavia e Ter Horst (20-11). Arriva l’ace di Lanza (23-13). L’attacco out di Vernon-Evans porta Perugia al set point e chiude subito l’ace di Russo (25-14).

    È di Leon il primo break della seconda frazione (3-1). Il muro di Grozdanov pareggia (4-4). Out l’attacco di Lanza e vantaggio Ravenna (5-6). Magia di Leon, Perugia torna a condurre (8-6). Ter Horst gioca una diagonale strettissima e pareggia ancora (9-9). Perugia riparte con Russo (11-9), Ravenna rientra subito ancora con Ter Horst (11-11). Ancora lo schiacciatore olandese per il nuovo vantaggio ospite (11-12). Podrascanin chiude la porta a muro ed i Block Devils riprendono slancio (15-13). Lanza mantiene le distanze, poi due primi tempi imprendibili di Russo ed errore di Cortesia (20-15). Hoogendoorn va a bersaglio dalla seconda linea (23-18). Murone di Leon e set point Perugia (24-18). Ancora Leon dopo due difese fantastiche di Zhukouski (25-18).

    Perugia prova subito la fuga in avvio di terzo parziale (7-3). Muro di Podrascanin (9-5). Lavia non ci sta e ne mette due in fila (11-9). Ravenna continua a giocare con carattere ed ancora con Lavia rientra nel set (15-14). Lanza e Podrascanin fanno ripartire i Block Devils (18-14). Out Recine, Perugia a +5 (22-17). Super difesa di Colaci, super punto di Leon (23-17). Muro vincente di Russo, match point Perugia (24-17). La chiude Plotnytskyi (25-18).  

    I COMMENTI

    Massimo Colaci (Sir Safety Conad Perugia): “Stiamo assimilando un sistema di gioco nuovo e stiamo crescendo. Siamo sulla buona strada, ma c’è ancora tanto da fare. Oggi era una partita complicata, siamo stati bravi a gestirla ed a portarla a casa. Volevamo questa serie di vittorie, ma bisogna vincerne ancora tante altre”.

    Davide Saitta (Consar Ravenna): “Giovedì con Civitanova avevamo avuto un grande dispendio di energie, stasera avremmo voluto ripetere quella prova ma non ci siamo riusciti grazie anche ad una Perugia eccezionale. Hanno messo in campo una qualità di servizio difficile da sostenere e quando se ne vanno nel punteggio, con il palazzetto che li spinge in questo modo, recuperare è davvero tosta”.

    IL TABELLINO

    SIR SAFETY CONAD PERUGIA – CONSAR RAVENNA 3-0

    Parziali: 25-14, 25-18, 25-18

    SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 1, Hoogendoorn 14, Russo 9, Podrascanin 8, Leon 13, Lanza 7, Colaci (libero), Plotnytskyi 1, Zhukouski. N.e.: Taht, Atanasijevic, Piccinelli, Biglino, Ricci (libero). All. Heynen, vice all Fontana.

    CONSAR RAVENNA: Saitta, Vernon-Evans 9, Grozdanov 2, Cortesia 3, Lavia 7, Ter Horst 8, Kovacic (libero), Stefani, Alonso 2, Bortolozzo 4, Recine 3, Batak. N.e.: Marchini, Cavuto (libero). All. Bonitta, vice all. Greco.

    Arbitri: Alessandro Tanasi – Roberto Boris

    LE CIFRE – PERUGIA: 8 b.s., 5 ace, 59% ric. pos., 12% ric. prf., 54% att., 7 muri. RAVENNA: 11 b.s., 1 ace, 34% ric. pos., 17% ric. prf., 45% att., 4 muri.

    Sir Safety Conad Perugia vs Consar Ravenna, 8ª giornata Campionato Italiano di Pallavolo Maschile Superlega Credem Banca presso PalaBarton Perugia IT, 24 novembre 2019. Foto: Michele Benda per VolleyFoto.it [riferimento file: 2019-11-24/ND5_7629-llive]

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Maria Grazia PROIETTI 2020-07-01 16:06:49
    Io non ho capito: tre preti fra S. Giacomo e Cortaccione e uno solo per Sacro Cuore e S. Sabino?.....
    Paolo 2020-06-30 22:54:58
    Buonasera, sono un appartenente della parrocchia di San Gabriele dell'Addolorata di Cortaccione, vorrei fare delle esternazioni in merito ai frequenti.....
    Moreno angeli 2020-06-29 11:02:45
    Carlo Alberto, perlomeno è rimasto il ricordo. Il ricordo di noi amici di una volta. Quello dei ragazzi di oggi,.....
    Carlo Alberto Bussoni 2020-06-29 06:56:21
    Speranze di gioventù andate tutte deluse grazie al tradimento dei sindacati, dei partiti sedicenti di sinistra. e del menefreghismo generale......
    Alexandra Almon 2020-06-26 22:57:11
    Carissimo Gianni Burli, la tua situazione sembra la fotocopia di quanto vissuto da noi negli ultimi due anni. Grazie a.....