Su il sipario della ottava edizione de La SpoletoNorcia in MTB

  • Letto 586
  •  Confermato dall’assessore Melasecche lo stanziamento di 8,22 milioni di euro per il recupero integrale del tracciato della Vecchia Ferrovia

    In una piazza Garibaldi affollata, ma nel rispetto di un rigido protocollo di sicurezza, è stata inaugurata l’ottava edizione de La SpoletoNorcia in MTB, quella della rinascita e della rigenerazione.
    Sin da subito ha avuto un grande successo l’attività per bambini nella apposita Area Kids Village e sono iniziate le operazioni di registrazione dei partecipanti alla cicloturistica. Gran cerimoniere e mattatore, come da suo solito, il presidente del Comitato Organizzatore, Luca Ministrini che ha dato la parola ad Enrico Melasecche, Assessore della Regione dell’Umbria alle Infrastrutture. Melasecche, in primis, ha elencato in modo dettagliato tutte le voci di spesa previste per il recupero integrale del tracciato della Vecchia Ferrovia, confermando, per intero, lo stanziamento di 8,22 milioni di euro; ed ha concluso sottolineando la passione di una manifestazione diventata un must tra i grandi eventi sportivi.
    Il taglio del nastro ufficiale è stato effettuato alle ore 17.30.

    Hanno preso, poi, il via le attività di contorno. Subito protagonista Peppone Calabrese di Linea Verde, divenuto un grande amico della Vecchia Ferrovia, il quale ha preso possesso del Monini Stand, incentrando il suo show cooking sull’olio extravergine di oliva come elisir di lunga vita, alla presenza di due cuochi che hanno raccontato le loro storie provenienti da due generazioni diverse e si sono disimpegnati nella preparazione di alcuni piatti. Il popolare giornalista ha voluto anche sottolineare l’importanza per l’umanità di attuare ogni forma di attività per diminuire lo spreco di cibo. In chiusura la ditta Monini ha presentato il proprio progetto di compensazione totale di anidride carbonica.
    Di seguirto il primo degli aperibike di Ludovica Casellati, intitolato “Bicicletta è sostenibilità a 360°”. Suggestivo il collegamento con Davide Valcchi, cicloviaggiatore non vedente, in viaggio tra Monaco e Ferrara (650 chilometri da percorrere in due giorni in tandem). Dopo l’appassionato discorso di Luca Panichi, si sono succeduti diversi interventi tutti incentrati sulla sostenibilità della mobilità a tutti i livelli, grazie anche al facilitare l’utilizzo della bicicletta: Claudio Calvelli di Fondazione Ferrovie dello Stato, Marco Rossi di EcoCar, Francesco Longhi di ARPA Umbria. Nella seconda parte del talk show, grazie anche al supporto di Peppone Calabrese, l’argomento è stato approfondito con la presenza di Marco Farchioni di Mastri Birrai Umbri, della psicologa e scrittrice Vera Slepoj e degli imprenditori Sabrina Ceprini ed Emiliano Sirchia, proprietari della struttura.

     

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Francesco 2022-05-23 08:10:44
    Questa proposta "futurista" della mototerapia la trovo alquanto singolare anche per il fatto che, pur essendo, le moto, dei mezzi.....
    Francesco 2022-05-18 23:11:12
    Si, è una bella iniziativa, ma mi chiedo se convegni come questo serviranno a far si che la Spoleto-Norcia possa.....
    Giorgio proietti 2022-05-06 07:44:20
    Pover fratello mio
    fabien 2022-04-09 10:16:14
    Ma guarda un po', per il Mattatoio, i soldi ci sono grazie all interessamento della silente Agabiti(sulla vicenda dell'ospedale di.....
    Aurelio Fabiani 2022-04-02 17:20:04
    Bene, è importante solidarizzare con chi scappa dalla guerra, ma ci sarebbe piaciuto che i Grifoni di tutta la terra.....