Spoleto65: Workshop interattivi di co-progettazione sui temi della sostenibilità

  • Letto 197
  • Come far diventare sostenibili le nostre città?

    Su questo tema si confronteranno numerosi qualificati esperti e comuni cittadini durante il workshop interattivo di co-progettazione, promosso dal Festival dei Due Mondi, che si terrà a Spoleto venerdì 1°luglio e sabato 2 luglio

    Il Festival dei Due Mondi, nell’ambito delle iniziative di sensibilizzazione dell’opinione pubblica verso i temi della sostenibilità, ha deciso di coinvolgere personalità accademiche, rappresentanti di associazioni e fondazioni che da anni si occupano di questi argomenti, imprenditori e dirigenti pubblici per animare tavoli di co-progettazione nei quali saranno elaborate proposte concrete su come “Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, resilienti e sostenibili”, obiettivo n.11 dell’Agenda 2030.
    L’obiettivo è quello di redigere un documento strategico finale che possa tracciare le linee per arrivare alla programmazione attuativa di una città e di una comunità a vocazione sostenibile.

    Il workshop si aprirà venerdì 1° luglio a Palazzo Mauri dove si terranno alcuni tavoli tematici sui temi “Smart city, mobilità e servizi” e “Energia e Green”. La sessione di lavoro è riservata agli esperti invitati, ma sarà comunque possibile per il pubblico intervenire da remoto attraverso la piattaforma Zoom, previa prenotazione da effettuarsi all’indirizzo e-mail: promozione@festivaldispoleto.com.
    Sabato 2 luglio l’evento si trasferirà presso la sala convegni del complesso di San Niccolò dove tutti i partecipanti al panel si confronteranno in assemblea plenaria sulla fattibilità delle proposte elaborate nei tavoli del giorno prima per fare sintesi e arrivare ad un documento strategico programmatico.
    La seconda giornata del workshop sarà aperta al pubblico e i lavori saranno trasmessi in streaming sul sito www.festivaldispoleto.com.

    Hanno confermato la loro presenza al workshop: la Prof.ssa Lionella Scazzosi Docente di Architettura, Ingegneria delle Costruzioni e Ambiente Costruito – Politecnico di Milano; il Prof. Marco Marchetti Presidente Fondazione AlberItalia; il Prof. Maurizio Oliviero Rettore Università degli Studi di Perugia; la Dott.ssa Marcella Cipriani Vice Presidente CONAF (Consiglio dell’Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali), Direttore Scientifico AWAF (Agronomist World Academy Foundation); il Dott. Mattia Busti Amministratore delegato di AWAF (Agronomist World Academy Foundation) e segretario generale di WAA (World Association of Agronomists); il Dott. Paolo Marras Area manager Certiquality; l’Ing. Paolo Rellini Co-founder Regusto; l’Ing. Luca Lucentini Direzione Acqua e Salute Istituto Superiore Sanità; il Prof. Riccardo Gucci Presidente Accademia Nazionale Olivo ed Olio; il Prof. Amedeo Alpi Docente di Fisiologia Vegetale – Università di Pisa; il Prof. Giuseppe Roma Direttore Generale della Fondazione Censis; la Dott.ssa Marianna Moser Educazione ambientale e progettazione green Vaiawood Start-up; il Prof. Francesco Morace Sociologo e saggista, Founder di Future Concept Lab; la Dott.ssa Laura Cucchia Property manager del Bosco di San Francesco – FAI Fondo Ambiente Italiano, Dott. Luigi De Vecchi Presidente di Fondazione Sylva.

    Nel presentare l’iniziativa Paola Macchi, direttrice amministrativa e organizzativa della Fondazione Festival dei Due Mondi, ha dichiarato: “È per me motivo di soddisfazione essere riusciti ad organizzare, insieme al Comune di Spoleto e al sindaco Andrea Sisti, un evento per immaginare come dovranno essere trasformate le città e plasmati i comportamenti delle comunità che le abitano nei prossimi anni per dare concreta attuazione agli obiettivi dell’Agenda 2030. Il Festival dei Due Mondi, oltre a procedere con costanza e convinzione nell’impegno di trasformazione dei propri processi produttivi e organizzativi per renderli sempre più sostenibili, ha anche l’obiettivo di promuovere iniziative che affrontino i temi dello sviluppo sostenibile con proposte concrete in una logica di progressiva realizzazione, direi quasi centimetro, dopo centimetro.”

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    giotarzan 2022-07-30 18:32:22
    Egregio assessore, la invito a visitare i due seggi siti in Cortaccione e dirmi se ritiene che ci siano gli.....
    giotarzan 2022-07-30 18:29:42
    Egregio assessore, la invito a visitare i due seggi siti in Cortaccione e dirmi se ritiene che ci siano gli.....
    Manuele Fiori 2022-07-07 18:07:34
    Finalmente un volto nuovo e persone serie al comando. Tanti auguri a tutti!
    Aurelio Fabiani 2022-07-07 10:27:07
    Sono d'accordo con Sergio Granelli. Se la Tesei e soci hanno dato il colpo più duro, quasi mortale, non si.....
    Sergio Granelli 2022-07-06 21:35:44
    Pero' dobbiamo essere onesti fino in fondo. Ricordiamoci anche della governatrice Lorenzetti e di tutti quelli che gli hanno consentito.....