Spoleto, da venerdì 27 aprile al via il ciclo di conferenze “Incontriamoci alla Rocca”

  • Letto 468
  • BANNER-DUE-MONDI-NEWS-SPOLETOTre conferenze e due presentazioni di libri alla Rocca Albornoz di Spoleto per il ciclo “Incontriamoci alla Rocca”. Il primo appuntamento è per venerdì 27 aprile, alle ore 18, con Mariarosaria Salvatore che parlerà del “Museo nazionale del Ducato di Spoleto, suggestioni per una lettura in trasparenza della capitale e del suo territorio”. Seguirà venerdì 11 maggio Fabio Isman, sempre alle ore 17, con la presentazione del libro “L’Italia dell’arte venduta. Collezioni disperse, capolavori fuggiti”, edito da Il Mulino.

    [wp_bannerize group=”Articoli-600×150″ random=”2″ limit=”1″]

    Venerdì 15 maggio, alle ore 18, sarà la volta di Amedeo Feniello con “Il Medioevo nella storia mondiale dell’Italia”. Venerdì 25 maggio, alle ore 17, invece, Chiara Frugoni presenterà “Vivere nel Medioevo. Donne, uomini e soprattutto bambini”, edito, anche questo, da Il Mulino. A concludere la rassegna sarà venerdì 5 giugno, alle ore 17, Maria Grazia Nico con “Il cardinale Albornoz e il sistema delle rocche”.

    Incontriamoci alla Rocca

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Andrea 2019-10-18 13:37:56
    Una persona che quando parla si capisce cosa dice, peccato che non si candidi lei a rappresentare l'Umbria e Spoleto......
    Sonia Comessatii 2019-10-15 22:00:10
    Non mi sembra un atto serio e circostanziato se non fanno il nome dell'assessore competente. Chi è? Lavori pubblici? Scuola?
    Stefano Conti 2019-10-15 17:08:07
    prima la cina con brunini e poi non si è fatto niente, poi dovevano salvare la minerva e anche li.....
    Anna 2019-10-09 23:42:41
    Buonasera volevo informarvi che il cognome Non bellomo ma belluomo riferendomi al articolo sul artista corrado belluomo.
    Marco Morichini 2019-10-08 22:50:46
    Spero che la notizia del raddoppio ferroviario Terni-Spoleto non sia solo campagna elettorale!