Spoleto, tre giornate dedicate alla Libertà di Espressione

  • Letto 414
  • dal 18 al 20 ottobre 2019 al via la prima edizione del Festival Free Wor(l)d

    Partirà a Spoleto venerdì 18 ottobre 2019, in modo itinerante, la prima edizione del Festival Free Wor(l)d per la Libertà di Espressione che si protrarrà per l’intero fine settimana. Con il successo delle tre giornate OFF/Fuori Festival – una dedicata al valore della parola con intermezzi poetici e musicali (22 settembre), una rientrante nella Notte dei Ricercatori dedicata all’articolo 9 della Costituzione e a Peppino Impastato (27 settembre) e una incentrata sulla memoria storica dedicata al ricordo di Rosa Luxemburg (5 ottobre) – che hanno anticipato le date ufficiali, grande attesa rimane per l’avvio dei lavori del Free Wor(l)d. Progetto interamente umbro, pensato senza orientamenti politici e creato da cittadini e da 15 tra associazioni, un centro culturale e una libreria, nasce dall’idea della giornalista freelance Valentina Tatti Tonni di ridare valore alle persone e rimettere al centro la cultura, l’ascolto, il dialogo. Soprattutto in un momento storico come quello in cui viviamo è necessario che tutti si riapproprino dei propri diritti, dei propri doveri e dei valori universali nel rispetto reciproco. Per questa sua visione il Festival è stato ben accolto anche dall’amministrazione cittadina che ha patrocinato l’intera iniziativa inserendola nel cartellone degli eventi di “Spoleto d’Autunno”.

    Ad aprire l’agenda venerdì 18 ottobre saranno le arti: verranno inaugurate due Mostre che resteranno aperte al pubblico anche sabato 19 e domenica 20 ottobre. La prima, Visionarie, alle ore 17 alla Sala Frau dedicata a “iconiche figure femminili” di Maura Coltorti, la seconda, Saudade, alle ore 18 all’Urban Center dedicata alla fotografia e alle emozioni. Alle ore 18, in contemporanea, verranno aperti due laboratori esperienziali: al Coworking Matteo Papini introdurrà bambini e adulti alla pratica filosofica, mentre a CittadinanzAttiva Elisa Petrini condurrà ragazzi e adulti dai diciotto anni di età in su in un percorso artistico espressivo. A concludere la prima giornata la proiezione del film “A mano disarmata” alle ore 21.30 alla Sala Frau (costo biglietto: 5 euro), tratto dal libro e dalla storia della giornalista di Repubblica Federica Angeli sotto scorta per le minacce ricevute dai clan mafiosi di Ostia, sul litorale romano.

     

    La seconda giornata del Festival, sabato 19 ottobre, approfondirà tematiche riprese dall’attualità in tre diversi convegni. Il primo, alle ore 10 presso la sezione locale dell’Archivio di Stato, incentrato sulla Libertà di Informazione è stato inserito dall’Odg Umbria nella formazione continua dei giornalisti e darà ai partecipanti 6 crediti. Ad affiancare i relatori Roberto Biselli, Stefano Corradino, Riccardo Regi, Riccardo Noury, Giuseppe Federico Mennella, Graziella Di Mambro, Maria Paola Bianchi e Carlo Ceraso, ruolo centrale lo avranno alcuni dei ragazzi e delle ragazze che hanno o che frequenteranno il Corso propedeutico in Giornalismo “Walter Tobagi” che, insieme ad un adulto, modereranno i dibattiti. In questo caso ad affiancare Stefano Corradino ci saranno Chiara Patricolo e Olimpia Tempesti. In occasione del panel, inaugurata il 27 giugno scorso è stata prorogata fino al 19 ottobre la Mostra “Spoleto 1960: il terzo Festival dei Due Mondi”. 

    La serie di convegni prosegue nel pomeriggio alle 15.30 presso la Sala Frau con l’appuntamento dedicato all’ambiente, all’inquinamento e alle mafie dal titolo Altre sfumature di grigio, in cui verrà proiettato il corto “C’è e si vede. Viaggio tra i beni confiscati in Umbria” con Elisabetta Proietti e Francesco De Augustinis e sarà presentato il libro di e con Eugenio Raspi “Tuttofumo” edito da Baldini+Castoldi. Modererà Franco Salcuni e Federico Petrignani.

    Alle ore 18 al Coworking Adelaide Coletti, Barbara Curti e Laura Guercio interverranno in un panel dedicato agli stereotipi di genere, ai pregiudizi e ai diritti civili delle donne in la forza svelata, a moderare saranno Matteo Papini e Samuele Miraggio.

    Il sabato si chiuderà con un momento di spensieratezza e convivialità, alle ore 21 all’Urban Center spazio alla musica con il Quintetto degli Ottoni “Girolamo Fantini” e un dopo cena (di 10 euro) su prenotazione.

     

    La terza e ultima giornata del Festival, domenica 20 ottobre, si aprirà in mattinata alle ore 9 al Bar Tebro, ad attendervi Matteo Papini e il suo Caffè Filosofico (consumazione a vostra discrezione). Nel pomeriggio, alle ore 15.30 presso il Centro Pastorale Giovanile verrà messo in scena lo spettacolo teatrale, musicale e folcloristico della Comunità Romena, associazione Ziua Unirii. Alle ore 18.30 presso la Sala Frau il sipario si aprirà sul racconto di una cronaca, il testo di e con Marina Antonini, “…anche se sei piegata dal vento” dedicato a Marilyn Monroe. Il Festival chiuderà, sempre alla Sala Frau, alle ore 21 quando, riprendendo i quadri di Maura Coltorti ci sarà una performance di Carole Magnini e, subito dopo, la conferenza multimediale a cura di Antonella C. Manni.

     

    La cittadinanza è invitata a partecipare, l’ingresso è libero fino a esaurimento posti e gratuito ove non specificato. Dato che questa prima edizione è perlopiù autofinanziata, è possibile sostenere le attività del Festival e i futuri eventi off attraverso la campagna di crowdfunding avviata tramite la piattaforma buonacausa.or.

     

    Indirizzi sedi:

    Sez. Archivio di Stato di Spoleto – Largo G. Ermini, 1

    CittadinanzAttiva – via XXV Aprile, 44

    Centro Pastorale Giovanile – San Gregorio Maggiore, piazza Garibaldi

    Sala Frau – Vicolo San Filippo, 16

    Urban Center – Corso Mazzini, 58-60

    Coworking – via del Mercato, 2

    Tebro – via Minervio, 1

     

    I laboratori sono ad ingresso libero ma con prenotazione obbligatoria:

    Pratica Filosofica con Matteo Papini – 3281198927

    Percorso Artistico Espressivo con tecniche di arte terapia con Elisa Petrini – 3498903565

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Paola 2019-11-13 21:13:13
    Cittadinanze onorarie. La signora, ora senatrice a vita per un Presidente che ha fatto più danni di Carlo in Francia,.....
    Carlo Neri 2019-11-12 12:08:28
    Quali meriti ha costei per essere stata nominata senatore a vita, oltre al fatto di essere ebrea e viva? L'avremo.....
    Caterina 2019-11-09 11:12:58
    Non
    Franco 2019-11-08 10:39:51
    Bellissima iniziativa!!! Bravi
    massimo 2019-11-07 12:51:51
    Tanti Auguri.......sei il migliore