Spoleto tappa del Green Days Tour, primo tour nazionale con scooter elettrici dedicato alla tutela dell’ambiente

  • Letto 262
  • Mauro Prosperi, pentatleta e maratoneta, ricevuto a Palazzo Comunale dall’assessore ai lavori pubblici e alla mobilità Angelo Loretoni

    Spoleto è una delle tappe “Green Days Tour”, il primo tour nazionale dedicato alla tutela dell’ambiente, un’iniziativa no profit e non soggetta a raccolta fondi, ideata e proposta dall’Associazione Diritti Nazionali Associati, concepita per sensibilizzare le coscienze all’emergenza emissioni.

    Tantissimi personaggi appartenenti al mondo dello sport e dello spettacolo percorreranno un “giro d’Italia a staffetta” a cavallo di scooter elettrici superleggeri a emissioni zero sui quali verranno percorsi, in soli venti giorni, oltre 5.000 km

    Testimonial della tappa Perugia-L’Aquila è Mauro Prosperi, che ha fatto parte della squadra di pentathlon moderno vincitore della Medaglia d’oro alle Olimpiadi dell’84 a Los Angeles. Prosperi è stato ricevuto stamani a Palazzo comunale dall’assessore ai lavori pubblici e alla mobilità Angelo Loretoni.

    Con l’aiuto di molti vip l’iniziativa si propone di dimostrare come sia possibile percorrere lunghe distanze su qualsiasi tipologia di strada senza inquinare, macinando chilometri in sella a una city bike elettrica. Fra i Testimonial che hanno accettato di partecipare all’iniziativa, Alviero Martini, Claudia Peroni, Francesco Baccini, Beppe Braida, Stefano Tacconi, Andrea Tacconi,Totò Schillaci, Modestino Preziosi,Claudio Chiappucci, Marina Graziani, Nick Luciani, Cristina Quaranta, Biagio D’Anelli, Luca Di Tolla, Mauro Prosperi, Pino Campagna, Giuseppe Fata, Samuele Mecucci, Andrea Pucci e tanti altri ospiti a sorpresa.

    Si può seguire il tour attraverso i social, raggiungibili da www.greendaystour.it e dai canali dei testimonial coinvolti.

    Mauro Prosperi (Ufficiale di polizia, pentatleta, ultramaratoneta, mental coach) nella squadra di pentathlon moderno che vinse l’oro a Los Angeles 1984, è maestro di scherma, giudice, allenatore e coordinatore dell’allenamento olimpico per la Federazione Pentathlon Moderna Italiana, allenatore atletico di calcio, tennis e pallavolo, equitazione, tiro, nuoto, sopravvivenza, nonché trainer mentale e motivatore. È conosciuto in tutto il mondo come Revenant, sopravvissuto, a seguito della Marathon des Sables, una corsa che si svolge interamente nel Sahara marocchino durante la quale l’atleta fu sorpreso da una tempesta di sabbia che gli fece perdere l’orientamento, portandolo a percorrere centinaia di chilometri in Algeria; dopo nove giorni di stenti e inimmaginabile sofferenza, si imbatté finalmente in una famiglia di pastori nomadi: aveva percorso 299 chilometri! Questa incredibile avventura è raccontata in un libro autobiografico e da un documentario di National Geographic Channel.Ha inoltre aderito a molte maratone nazionali e internazionali con successi di categoria: Roma, Parigi, New York, Chicago, Londra, Siracusa, Palermo, Catania e tante altre. Specializzato nella corsa in salita, il suo palmares e i suoi record nelle varie discipline sono ormai innumerevoli: ci limitiamo, perciò, a ricordare la partecipazione all’edizione di Volcano Trail, la gara internazionale di Verdon, la prima edizione di Desert Marathon e la parte finale di Salomon Advent nel 2003, oltre a essere vicecampione italiano di Sky run (2007). Nel 2015 parte in kayak e circumnaviga la Sicilia in 18 giorni, fermandosi a pescare e ad ammirare i tramonti. Prosperi ritiene che la sensibilità rappresenti un linguaggio universale che travalica perfino le differenze linguistiche e cerca di infondere nei suoi giovani atleti l’amore per lo sport e il rispetto per la natura, sempre con un occhio di riguardo verso l’ecosostenibilità.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Carlo Alberto Bussoni 2020-01-23 17:08:18
    Pensa un po'....ne ha fatta di strada Alberto da quando gli passavo i compiti dentro una penna improbabile.......
    Carlo Neri 2020-01-23 07:24:07
    Eeee..ma se Ferrara non facesse il direttore artistico, regista. musicista, attrezzista etc.... come farebbero a "campare" lui e la gentile.....
    Renato 2020-01-14 16:24:59
    Ballista
    Piero Gasparri 2019-12-05 16:36:17
    grande fotografo, sono orgoglioso di te
    Carlo Neri 2019-12-04 16:16:10
    Ma il sindaco lo sa che i fans di Patti Smith, quelli di una certa età, sono gli stessi che.....