Spoleto, tante opportunità grazie al progetto “Boxando s’impara”

  • Letto 643
  • Il pugile Cammarelle ha incontrato gli studenti raccontando le proprie esperienze. L’iniziativa resa possibile grazie alla partnership stretta tra il Boxing Club “Diego Bartolini” e l’Istituto “Spagna-Campani”

    Proseguono le attività del Boxing Club “Diego Bartolini” rivolte alle giovani generazioni. Nei giorni scorsi infatti è andato in scena un incontro tra il pugile oro olimpico Roberto Cammarelle e gli studenti dell’Istituto tecnico professionale “Giovanni Spagna – Fratelli Campani”, organizzato proprio dal sodalizio spoletino conosciuto anche con il nome “Club La Sfida”. Il campione ha condiviso con i ragazzi il suo percorso, contrassegnato da sacrifici, gratificazioni ed emozioni: un iter che lo ha portato alle medaglie, ma anche a rapporti di profonda amicizia e rispetto per l’altro. “Lo sport, con le sue regole e la sua disciplina, rappresenta un tassello importante nella crescita e nella formazione, uno strumento per gestire le emozioni e per imparare a diventare un cittadino attivo e rispettoso”.

    L’appuntamento, che fa seguito a quello con protagonista Maurizio Stecca, si inserisce all’interno del progetto “Boxando s’impara” attivato già da qualche settimana all’interno del plesso grazie alla partnership stretta tra Valentino Giacomelli del Boxing Club “Diego Bartolini” ed il dirigente scolastico Pasqualino Antonio Iallorenzi. La finalità principale dell’iniziativa è quella di avvicinare gli studenti coinvolti (attraverso uno specifico percorso di attività motori) alla disciplina del pugilato, mettendo in particolare risalto i suoi valori e le sue innate qualità socio-culturali. Gli alunni che riusciranno a distinguersi potranno partecipare a trofei studenteschi, promossi in collaborazione con la Federazione pugilistica italiana: ai vincitori andrà una borsa di studio offerta dalla delegazione regionale della FPI.

    Soddisfatto il professore di scienze motorie Leonardo Chiacchierini, che supervisiona le varie attività proposte ai ragazzi e portate avanti, oltre che da Giacomelli, anche dagli altri tecnici del Club Valentino Spera e Romano Berardi. “La partnership è nata in estate su indicazione di un nostro insegnante, Don Edoardo, che ha messo in collegamento l’associazione rappresentata da Giacomelli e la scuola. L’idea è stata fin da subito molto apprezzata dal dipartimento di scienze motorie – ha spiegato il docente – che ha quindi sposato l’idea di far entrare la boxe nelle classi dell’Istituto. Si tratta di un’opportunità importante per i ragazzi e per tutte le persone coinvolte: questo sport, infatti, ci aiuta a capire come poter gestire determinate situazioni che a scuola si possono verificare”.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Michele Zicavo 2022-11-30 10:07:50
    Ringrazio tutta la Redazione per l'attenzione e la sensibilità dimostrata nei confronti di questi meravigliosi ragazzi e del progetto "Calcio.....
    Aurelio Fabiani 2022-11-28 21:38:55
    Ben arrivati. Il treno della protesta è partito 55 giorni fa. Comunque vediamo che volete fare.
    Aurelio Fabiani 2022-11-23 10:23:54
    INTITOLARE UNA STRADA A GINO STRADA. OTTIMA PROPOSTA. MA SE POI FAI LA STRADA OPPOSTA, QUESTA PROPOSTA NON E' UNA.....
    Aurelio Fabiani 2022-11-16 20:52:40
    Vigilare sul previsto? Hanno già fatto. Chiuso il punto nascite. A chi tiene in mano le chiavi del city forum.....
    Aurelio Fabiani 2022-11-08 06:56:41
    Hanno anche il coraggio di parlare!