Spoleto, sale il prezzo degli abbonamenti per i parcheggi

  • Letto 231
  • Il parere dell’opposizione

    Riceviamo e pubblichiamo integralmente: 

    Spoleto Popolare e Alleanza Civica

    Arriva l’ulteriore stangata ai cittadini, con gli aumenti delle tariffe dei parcheggi, causata dall’amministrazione della giunta de Augustinis. Le nostre critiche all’attuale amministrazione anche durante l’approvazione del bilancio, per una totale assenza di visione della Città, si manifestano in tutta la loro evidenza con questo ulteriore atto della giunta. In una città fiaccata dalla crisi economico lavorativa e dal passato sisma che vorrebbe e dovrebbe rinascere più bella di prima, l’amministrazione sta facendo di tutto per far si che ciò non accada e sicuramente aumentando il costo dei parcheggi non si aiutano né i cittadini né le attività commerciali.

    Come si può pensare di rilanciare Spoleto come Città turistica se per prima cosa si aumentano le tariffe della sosta? Come si può pensare di ripopolare il centro storico se si aumentano le tariffe per le macchine dei residenti in centro? Come si può pensare a politiche per l’incremento delle nascite se si aumenta addirittura del 185% il costo dell’abbonamento alle neo mamme? Come si può pensare di rilanciare le attività artigianali se si incrementa anche a loro il costo per parcheggiare i propri mezzi e quindi per poter lavorare?

    Quando si parla di assenza di visione non si può non entrare nel dettaglio degli aumenti di tali tariffe e mettere in risalto come ad esempio l’aumento delle tariffe per i residenti sia stato fatto senza una idea di crescita del centro storico e di gestione della viabilità. In modo assolutamente inconcepibile è stato aumentato di una percentuale maggiore il costo per la prima macchina, assolutamente necessaria per i residenti, e di una percentuale minore per la seconda e la terza auto.
    Inoltre dobbiamo sottolineare lo sproporzionato aumento della tariffa per i giornalisti locali che fa percepire la distanza dell’amministrazione da chi svolge questo delicato mestiere fondamentalmente per passione da non confondere con le prime firme nazionali.

    Ricordiamo che questi aumenti si vanno a sommare agli altri incrementi della tassazione locale come l’IMU sulle attività produttive, la tassa do soggiorno, la tassa sulla pubblicità, e noleggio degli spazi pubblici.

    Spoleto Popolare
    Alleanza Civica

    Partito Democratico, Ora Spoleto, Per Spoleto

    UNA AMMINISTRAZIONE POCO AMICA DEI CITTADINI, DELLE DONNE E DELLE FAMIGLIE

    L’aumento delle tariffe per la sosta in superficie che oscilla dal 10 al 185% è l’ennesima dimostrazione di una giunta incapace di attrarre risorse esogene e di utilizzare al meglio quelle già in essere.
    A farne le spese sono i cittadini, tassati non certo in base al reddito. È in atto una politica miope che penalizza i residenti del centro storico e aree limitrofe, gli artigiani, i medici di famiglia, i pediatri, il terzo settore, i parroci, i giornalisti e persino le neomamme.
     

    Una città che dovrebbe essere sempre più family friendly e avere come priorità la rivitalizzazione del centro storico, subisce scelte che vanno esattamente nella direzione opposta: scelte che scoraggiano ulteriormente la frequentazione e dunque la vitalità di una zona centrale sempre meno popolata, che aumentano le quote per i parcheggi rosa alle neomamme addirittura del 185% e che penalizzano le famiglie.
     
     
    Partito Democratico
    Laureti per Spoleto
    Ora Spoleto

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Andrea 2019-10-18 13:37:56
    Una persona che quando parla si capisce cosa dice, peccato che non si candidi lei a rappresentare l'Umbria e Spoleto......
    Sonia Comessatii 2019-10-15 22:00:10
    Non mi sembra un atto serio e circostanziato se non fanno il nome dell'assessore competente. Chi è? Lavori pubblici? Scuola?
    Stefano Conti 2019-10-15 17:08:07
    prima la cina con brunini e poi non si è fatto niente, poi dovevano salvare la minerva e anche li.....
    Anna 2019-10-09 23:42:41
    Buonasera volevo informarvi che il cognome Non bellomo ma belluomo riferendomi al articolo sul artista corrado belluomo.
    Marco Morichini 2019-10-08 22:50:46
    Spero che la notizia del raddoppio ferroviario Terni-Spoleto non sia solo campagna elettorale!