Spoleto Popolare e Alleanza Civica: “Se arriva il commissario cosa succede?”

  • Letto 1542
  • I consiglieri Frascarelli, Settimi e Profili spiegano cosa accadrebbe se…

    Riceviamo e pubblichiamo integralmente: 

    Se arriva il commissario cosa succede?
    La città rimane commissariata per molti anni? Aumentano tutte le tasse?
    TUTTO FALSO!
    Il solito “chiacchiericcio”, teso a spaventare i cittadini, i soliti noti che cominciano a sparare le solite “inesattezze”, con l’aggravante che anche il capogruppo di “Laboratorio per Spoleto”, lista che appoggia il sindaco de Augustinis, si è aggiunto a tale esercito.
    Facciamo chiarezza, dicendo che la gestione commissariale, è prevista dal Testo Unico sugli Enti Locali, comunemente chiamato TUEL, cioè il dlgs 267 del 2000.
    I motivi perché possa avvenire il commissariamento di un comune sono molteplici, art. 141 del TUEL, dalle dimissioni del sindaco, al dimissioni congiunte della maggioranza dei consiglieri, o per la mancata approvazione del bilancio etc., e la durata è fino alla prima tornata utile per le elezioni amministrative, che per legge è prevista tra il 15 aprile ed il 15 giugno di ogni anno. È prevista una durata maggiore, art. 143 del TUEL, massimo 24 mesi, solo quando su proposta del Ministro dell’Interno, il governo sciolga un comune per infiltrazioni mafiose. In tutti i casi sopra riportati il commissario avoca a se i poteri della giunta e del consiglio, ed ha potere di una gestione ordinaria che straordinaria, secondo le necessità dell’ente.

    Chiarito questo veniamo all’aumento delle tasse, questo avverrebbe nel caso in cui, il comune andasse in dissesto finanziario art. 244 del TUEL.
    Ovvio che il commissario non è la vittoria della politica, questa però è prevista nel sistema elettorale vigente, dove si stabilisce prima chi è il sindaco e quale è la composizione della maggioranza e della minoranza. E quando per ragioni politiche, un pezzo di maggioranza, non condivide più l’operato del sindaco e la minoranza diventa numericamente maggioranza, arriva il commissario!
    Quindi le responsabilità sono tutte in capo al Sindaco, che come abbiamo più volte detto considera inutile il consiglio comunale, un sindaco che con il suo modo di agire da uomo solo al comando, ha ingessato la città, come se fosse commissariata da due anni e con la prospettiva che ciò continui per prossimi tre anni, dove l’inconcludenza è la capacità di rovinare i tanti progetti lasciati in eredità è stato il filo conduttore.

    Ilaria Frascarelli
    Gianmarco Profili
    Roberto Settimi

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Carlo Neri 2024-04-23 07:23:14
    Liberazione da cosa? da chi? dallo "straniero" per cui è stato combattuto il Risorgimento e la prima guerra mondiale? In.....
    Alex 2024-04-20 21:19:21
    Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....
    Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
    Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
    Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
    I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
    TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....