Spoleto-Norcia Gravel: tutto quello che c’è da sapere; occhio alle normative anti Covid-19

  • Letto 375
  • La SpoletoNorcia in MTB sui canali SKY

    Gran lavoro per lo staff della SSD Spoleto-Norcia: l’evento Gravel del 18 ottobre a Scheggino è ormai prossimo ai blocchi di partenza con organizzatori e appassionati delle due ruote che stanno vivendo gli ultimi giorni di fibrillazione in vista dello start della seconda edizione.
    Ci sarà la possibilità di optare per il percorso breve (34 km), medio (72 km) e lungo (97 km) e tutta la manifestazione è stata riprogrammata seguendo le normative anti-COVID: niente docce, ristori su esercizi convenzionati, rinfresco finale rivisto per evitare assembramenti
    Nelle zone gialla e verde sarà obbligatorio l’uso della mascherina e il distanziamento sociale. La partenza avverrà alla francese (in modo scaglionato) da piazza Urbani a Scheggino con le seguenti modalità:
    – 8:00-8:45 Percorso Lungo
    – 8.45 alle 9:30 Percorso Medio
    – 9:30 alle 10:15 Percorso Breve
    La manifestazione sarà realizzata tenendo conto delle linee guida della FCI riguardante le norme antiCOVID ed il relativo piano di sicurezza è vagliato dagli enti preposti: comuni, commissariato e questura.

    All’arrivo di Scheggino si può raggiungere il parcheggio sterrato a ridosso della zona di partenza (P1) o nel parcheggio in zona Valcasana (P2).
    Per l’ingresso in zona gialla (verifiche tecniche, consegna pacchi gara e stands) si effettua la misurazione della febbre e si consegna l’autocertificazione Covid-19 (disposizione valida anche per gli accompagnatori); a seguito del controllo sarà fatto indossare un braccialetto che certificherà l’avvenuto controllo e che permetterà di entrare ed uscire senza ulteriori controlli.
    L’ingresso in zona verde sarà riservato ai soli partecipanti ed avverrà in prossimità del ponte carrabile in fondo al parcheggio P1; l’ampio spazio consentirà di evitare assembramenti in attesa del turno di partenza.
    E cosa riserva il futuro per la SpoletoNorcia Gravel? I numeri, pur se importanti, non sono la priorità, che invece rimane il contatto e la scoperta del territorio. Se l’obiettivo nel breve termine è affinare una formula che consenta di avvicinare a questo nuovo e ritrovato modo di andare in bicicletta persone che magari in bicicletta non sono mai andate, e per le quali la bici possa essere lo strumento per interagire in modo più lento e intimo col territorio, nel lungo termine, magari, per chi è più esperto ed allenato, il progetto è riuscire ad arrivare davvero in sella fino a Norcia sul tracciato della Vecchia Ferrovia.

    Nonostante il cambio di format avesse creato più di una preoccupazione nel comitato organizzatore de La SpoletoNorcia in MTB, l’ottimo lavoro messo in campo in occasione dei BikeDays ha suscitato più di qualche interesse nei media, tanto generalisti che di settore. Questo ha determinato un’esposizione importante per la manifestazione andata in scena nel primo week end di settembre, sia nei classici mezzi di informazione che sul web. A coronare il buon lavoro fatto, da domani, e per una settimana, ci saranno i vari passaggi della trasmissione Icarus, definita da SKY come “La casa degli altri sport”, che dedicherà un servizio proprio a La SpoletoNorcia in MTB. Il primo passaggio sarà su su Sky Sport Arena (canale 204 del bouquet SKY) alle 18.30 di lunedì; poi si susseguiranno altre 11 repliche sui vari canali, compresa quella più prestigiosa di martedì alle 17.45 su Sky Sport Uno.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Viscos 2020-10-23 19:02:40
    .. RASSICURAZIONI se è vero che hanno messo una tenda... E questo è un affronto alla Città.. Oltre che della.....
    Tiziana Santoni 2020-10-23 00:18:50
    I presenti alla protesta hanno giustamente e calorosamente invitato i complici del furto operato ai danni della città di Spoleto.....
    Aurelio Fabiani 2020-10-22 23:42:02
    Alcuni dei presenti citati dall'articolo saranno venuti a controllare la protesta o a metterci il cappello. I cittadini indignati erano.....
    Marco Silvani 2020-10-20 11:19:19
    Infatti le persone dovrebbero pensare prima di parlare sempre che ci riescano.
    Ale 2020-10-13 09:54:25
    Instagram sembra pieno di "Influencers", ma la maggior parte di queste persone non capisce che si tratta di un vero.....