A Spoleto l’Umbria vista dal cielo

  • Letto 1187
  • Il restauro di un’opera d’arte gravemente danneggiata dal sisma che ha colpito l’Umbria il 30 ottobre 2016. È questo l’obiettivo della mostra In volo sull’Umbria che, dopo essere stata inaugurata a Roma dal Ministro dei Beni culturali Dario Franceschini, arriva ora al MAG MetaMorfosi Art Gallery di Spoleto.

    Con il patrocinio della Camera dei Deputati e dalla Regione Umbria e in collaborazione con il Comune di Spoleto e dallAssessorato comunale alla cultura con lorganizzazione di MetaMorfosi, la mostra ad ingresso gratuito allestita nelle sale di Palazzo Bufalini dal 7 al 23 luglio 2017 racconta il territorio umbro attraverso 40 straordinarie immagini aeree del perugino Paolo Ficola: verde rigoglioso e paesaggi antichi e affascinanti mescolati in una ragnatela di colline, valli, centri storici, fiumi e laghi che, negli scorsi mesi, sono stati feriti da un sisma devastante.

    Le due settimane di esposizione, in concomitanza alla sessantesima edizione del Festival di Spoleto,  faranno da ponte verso la Campania: subito dopo Spoleto, infatti, la mostra farà tappa ad Amalfi dove, al MAG MetaMorfosi Art Gallery amalfitano, le foto di Ficola saranno esposte nei suggestivi ed imponenti spazi dellex arsenale della Repubblica marinara di Amalfi.

    Paolo Ficola ha scattato oltre 11.500 foto dall’alto, per un totale di 260 ore di volo, dal 2009 al 2016. Per la mostra sono stati selezionati una quarantina di scatti che, dallalto, mostrano gli scorci più suggestivi e i luoghi più affascinanti del territorio umbro, accompagnati da alcune citazioni di artisti e scrittori che raccontano in modo originale il territorio polmone dell’Italia.Merli_group_

    Nata e promossa da unidea della Vicepresidente della Camera dei Deputati, Marina Sereni, In volo sullUmbria vuole anche portare un contributo concreto alla rinascita del patrimonio culturale umbro danneggiato dal terremoto. «L’idea ha spiegato  la vicepresidente allinaugurazione della mostra è nata nei giorni in cui, anche in luoghi distanti dal terremoto, si è temuta la caduta di una grande industria come quella del turismo. Per questo abbiamo pensato di far partire da Roma, in un luogo simbolico come la Camera dei Deputati, il messaggio che l’Umbria è in piedi e che si può venire a visitarla. Le foto inoltre sono in vendita e il ricavato andrà a finanziare il restauro di un’opera d’arte. Per organizzare questo progetto abbiamo chiesto la collaborazione di Metamorfosi che ha portato la mostra a Spoleto e poi la porterà ad Amalfi, e a MetaMorfosi ci si può rivolgere per prenotare e acquistare le foto. “sarebbe bellissimo poter realizzare il suggerimento di Giorgio Ferrara di portare la mostra all’Istituto Italiano di Cultura: In ogni caso il cerchio si chiuderà in Umbria, forse proprio il 30 ottobre, ad un anno esatto dalla scossa più devastante».

    «Liniziativa della Vicepresidente della Camera dei Deputati Marina Sereni ci ha subito trovati daccordo e abbiamo voluto subito mettere a disposizione i nostri spazi del MAG MetaMorfosi Art Gallery di Spoleto ha spiegato il Presidente di MetaMorfosi Pietro Folena  Impossibile non condividere il sostegno e non dare un contributo concreto al restauro di una delle tante meravigliose opere darte offese dal sisma. Daltronde MetaMorfosi ha nel suo Dna la cura e la valorizzazione del patrimonio artistico italiano e quello umbro rappresenta indubbiamente il fiore allocchiello della ricchissima produzione nazionale».

    Alla presentazione del progetto espositivo, oltre a Marina Sereni, presenti anche lassessore alla cultura del Comune di Spoleto Camilla Laureti che ha sottolineato come «a volte è importante vedere il mondo da angolazioni diverse: grazie a Ficola vediamo l’Umbria in modo diverso da quello a cui siamo abituati».

    A rappresentare l’Arcivescovo di Norcia e Spoleto, monsignor Giampiero Ciccarelli, direttore dell’ufficio beni culturali della Curia e a fare gli onori di casa, Pietro Folena, presidente di MetaMorfosi. Ospiti  della presentazione il fotografo Paolo Ficola e il direttore del Festival di Spoleto Giorgio Ferrara. BANNER-DUE-MONDI

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    giotarzan 2022-07-30 18:32:22
    Egregio assessore, la invito a visitare i due seggi siti in Cortaccione e dirmi se ritiene che ci siano gli.....
    giotarzan 2022-07-30 18:29:42
    Egregio assessore, la invito a visitare i due seggi siti in Cortaccione e dirmi se ritiene che ci siano gli.....
    Manuele Fiori 2022-07-07 18:07:34
    Finalmente un volto nuovo e persone serie al comando. Tanti auguri a tutti!
    Aurelio Fabiani 2022-07-07 10:27:07
    Sono d'accordo con Sergio Granelli. Se la Tesei e soci hanno dato il colpo più duro, quasi mortale, non si.....
    Sergio Granelli 2022-07-06 21:35:44
    Pero' dobbiamo essere onesti fino in fondo. Ricordiamoci anche della governatrice Lorenzetti e di tutti quelli che gli hanno consentito.....