Spoleto, giovane scappa ad un controllo della Polizia: raggiunto e denunciato per ricettazione e resistenza a Pubblico Ufficiale

  • Letto 706
  • È successo in via Lorenzo Betti

    Gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Spoleto – si legge in una nota stampadellaQuestura – , nell’ambito di servizi di monitoraggio finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati in materia di spaccio di stupefacenti, hanno fermato e denunciato un giovane albanese che, dopo essersi dato alla fuga, è stato trovato in possesso di una targa rubata.

    Mentre erano intenti nell’attività di controllo nei pressi del parco pubblico di Via Lorenzo Betti, gli operatori hanno notato un ragazzo che, con fare sospetto e di tutta fretta, è montato a bordo di un motorino. Proprio quando era pronto a partire, gli agenti in borghese lo hanno fermato e, dopo essersi qualificati, gli hanno chiesto di esibire i documenti. Lo straniero, a quel punto, ha lasciato andare lo scooter e si è dato alla fuga.

    Inseguito dai poliziotti -prosegue la nota – , l’uomo è stato raggiunto dagli agenti che, con non poche difficoltà vista la resistenza mostrata, lo hanno contenuto in sicurezza.

    Sospettando potesse celare dello stupefacente, i poliziotti lo hanno quindi sottoposto a perquisizione, estendendo il controllo anche al veicolo e all’abitazione.

    Nel domicilio del ragazzo, all’interno di un cassetto, gli agenti hanno trovato una targa d’auto risultata poi essere provento di furto. Sentito in merito al suo possesso, lo straniero non è stato in grado di fornire delle giustificazioni adeguate.

    Durante le verifiche nell’abitazione, i poliziotti hanno rinvenuto anche della sostanza da taglio, del materiale necessario al confezionamento di stupefacente e 2500 euro in contanti che, a detta dell’uomo, erano soldi che aveva portato con sé dall’Albania.

    Dopo averlo compiutamente identificato, gli operatori lo hanno deferito all’Autorità Giudiziaria per i reati di ricettazione e resistenza a Pubblico Ufficiale.

    È stato inoltre sanzionato ai sensi del Codice della Strada per guida senza patente – in quanto mai conseguita – guida con veicolo sprovvisto di revisione e di assicurazione, guida di scooter privo di carta di circolazione. Al fine di scongiurare un utilizzo del ciclomotore è stato affidato in giudiziale custodia a una ditta specializzata. La targa rubata, invece, su disposizione del Pubblico Ministero, è stata restituita al legittimo proprietario.

    Si rappresenta che – conclude il comunicato stampa della Questura  – l’indagato è da considerarsi innocente fino a sentenza definitiva di condanna.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Aurelio Fabiani 2022-11-23 10:23:54
    INTITOLARE UNA STRADA A GINO STRADA. OTTIMA PROPOSTA. MA SE POI FAI LA STRADA OPPOSTA, QUESTA PROPOSTA NON E' UNA.....
    Aurelio Fabiani 2022-11-16 20:52:40
    Vigilare sul previsto? Hanno già fatto. Chiuso il punto nascite. A chi tiene in mano le chiavi del city forum.....
    Aurelio Fabiani 2022-11-08 06:56:41
    Hanno anche il coraggio di parlare!
    Aurelio Fabiani 2022-11-05 08:42:38
    Dispiacere! Ma fate qualcosa! Incanetevi tutti davanti all'ingresso dell'ospedale! Basta parole e annunci di Consigli Comunali aperti, spariti dai radar!
    Aurelio Fabiani 2022-11-03 13:53:28
    4 NOVEMBRE, NON C'E' NULLA DA FESTEGGIARE. LA PRIMA GUERRA MONDIALE FU UNA GUERRA IMPERIALISTA E COME TUTTE LE GUERRE.....