Spoleto, Giornata delle famiglie in biblioteca

  • Letto 448
  • Sabato 1 febbraio dalle ore 16 “Il sasso nello stagno”, favole e filastrocche di Gianni Rodari
    Letture a cura degli studenti del liceo di Scienze Umane. Per bambini e famiglie

    Le più belle favole e filastrocche di Gianni Rodari dagli studenti del liceo di Scienze Umane ai bambini della città. Per la “Giornata delle famiglie in biblioteca” e nell’anno in cui si celebra il centenario della nascita di Rodari (1920 – 2020), sabato 1 febbraio alle ore 16 (primo turno) e alle ore 17 (secondo turno) presso la biblioteca comunale di Spoleto si svolgerà l’iniziativa “Il sasso nello stagno”, con letture a cura degli studenti della classe IV A del liceo di Scienze Umane IIS Sansi Leonardi Volta coordinati dalla professoressa Caterina Muscolino con la tutor professoressa Mirella Onori. Sono invitati i bambini dai 4 ai 6 anni e le famiglie. “Il sasso nello stagno” è frutto di un percorso di pedagogia dell’espressione del “Centro di pedagogia dell’espressione L’arca nel bosco” in corso di realizzazione con gli studenti e la biblioteca.

    L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto di promozione della lettura “Leggere fra me e te per un noi che va oltre i campanili” cofinanziato dal Centro per il libro e la lettura del MiBACT nell’ambito del bando nazionale “Città che legge”. Si tratta di un progetto di rete tra sei città umbre, tutte con la qualifica di “Città che legge”: Bastia Umbra, Corciano, Gualdo Tadino, Gubbio, Todi e Spoleto nel ruolo di capofila. La “Giornata delle famiglie in biblioteca” è una delle azioni intraprese per incentivare l’uso delle biblioteche e si svolgerà il primo sabato di febbraio di ogni anno in tutte le città della rete progettuale.

    Spoleto, per la “Giornata delle famiglie in biblioteca”, propone “Il sasso nello stagno”, un pomeriggio di festa all’insegna della fantasia e dell’importanza evocativa delle parole: perché, come scriveva Rodari in “Grammatica della fantasia”, “non diversamente dal sasso nello stagno una parola, gettata nella mente a caso, produce onde di superficie e di profondità, provoca una serie infinita di reazioni a catena, coinvolgendo nella sua caduta suoni e immagini, analogie e ricordi, significati e sogni…”. Si volerà con l’omino dei sogni e si vivranno incredibili avventure con Alice Cascherina, si costruiranno castelli in aria e ci si imbatterà in strani alberi… In conclusione, per tutti un piccolo dono.

    Share

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Fabrizio 2020-09-20 13:05:13
    Considerando che la popolazione spoletina non ha ancora compreso se esiste una politica per la città da parte di questa.....
    Gianni 2020-09-09 02:36:29
    Se le impiegate fossero anche cortesi e educate verso il prossimo e le persone che reputano inferiori a loro (.....
    Tennis, si ferma in semifinale l'avventura di Ginevra Batti ai campionati italiani Under 11 | Gtennis Associazione Sportiva Dilettantistica 2020-09-05 06:47:09
    […] di Re.Ber. “Vivere una favola”, cantava Vasco Rossi. Ginevra Batti, talentuosa tennista spoletina di soli 10 anni che gioca.....
    Claudio Balducci 2020-08-27 11:11:23
    Bene,almeno qualcuno prova a metterci la faccia.. Ci sono delle cose però che non rispondono alla realtà dei fatti, ed.....
    Zorro 2020-07-23 19:20:34
    In genere ci sono due gatti un cane ed un cavallo agli eventi compresi il direttore di palazzo collicola ma.....