Spoleto, conclusi gli incontri Comune-Imprese nella sede di Confartigianato

  • Letto 567
  • Il ringraziamento del direttivo della Confartigianato di Spoleto a Rosario Murro

    Giovedi 22 agosto si sono conclusi gli incontri presso la sede di Confartigianato Imprese Perugia sezione di Spoleto con il Dr. Rosario Murro delegato per le aree di crisi e vertenze sindacali autorizzati da parte del Sindaco Dr. Umberto de Augustinis.

    Un ringraziamento profondo da parte di tutto il direttivo della Confartigianato di Spoleto al Sindaco che ha assicurato questa importante opportunità ed ha creduto in un colloquio diretto attraverso il suo delegato proprio per migliorare i rapporti tra pubblica amministrazione e privati.
     
    E’ stata la prima esperienza in assoluto da parte di un’Amministrazione comunale spoletina ed un’Associazione di categoria.
     
    Un ringraziamento particolare va al Dr. Rosario Murro che si è dimostrato disponibile, coerente, determinato ed estremamente sensibile alle sollecitazioni ricevute.
     
    Ha onorato l’impegno preso dando la sua massima disponibilità, gratuitamente, dal 07 marzo tutti i giovedi dalle 9,00 alle 13.00, disponibilità che si è prolungata anche oltre i tempi stabiliti.

    In questo periodo gli sono state segnalate da artigiani ed anche da altri operatori economici svariate problematiche, che attanagliano le attività presenti sul territorio, dalle più piccole e apparentemente banali (permessi, autorizzazioni, piccole contestazioni)  alle più delicate e gravi che riguardano le situazioni di profonda crisi economica di imprese che lottano tutti i giorni con i mancati pagamenti, con la concorrenza sleale, il sommerso, la mancanza di concessione del credito (magari perché a causa delle mancate riscossioni diventano “cattivi pagatori”), per i limiti assurdi della criff come concepita attualmente ed il declino perverso che ne consegue che coinvolge l’economia dell’impresa e ricade spesso sulle famiglie degli imprenditori.
     
    Molte segnalazioni e lamentele per il sovraccarico fiscale eccessivo di IMU, TARI, TOSAP, da cui andrebbero esentati coloro che hanno perdite d’esercizio, per il pressante controllo degli studi di settore che penalizza chi non riesce ad avere determinati fatturati, per l’eccessiva applicazione di messe in sicurezza per l’organizzazione di eventi che in alcuni casi mette in difficoltà comprovata da diminuzione di fatturato le attività della città, per i meccanismi poco comprensibili che regolano gli affidamenti diretti e/o le gare attribuite attraverso il MEPA che ancora rimangono uno strumento poco conosciuto da parte di molte imprese.
     
    Buona parte dei colloqui hanno interessato le imprese legate al comparto edilizio ed alla “Ricostruzione” a seguito sisma 2016:  già da due anni la Confartigianato Imprese Perugia denuncia attraverso articoli e partecipazioni a convegni ed incontri il mal funzionamento di tutta la macchina della ricostruzione rallentata e resa difficile da norme che di fatto complicano la possibilità della ripresa e penalizzano l’operatività sia per le imprese che per i professionisti.

    Non è mancata poi l’occasione di ricevere proposte di investimenti sul territorio spoletino ed anche l‘incontro con il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Marco Squarta ed il Parlamentare Emanuele Prisco molto attenti e disponibili alle argomentazioni sollecitate dal direttivo ed imprese private presenti, ci hanno permesso di avere una linea diretta che andrebbe utilizzata maggiormente proprio per far emergere le reali necessità di chi rischia ogni giorno il proprio lavoro e si trova ancora un socio passivo come lo Stato che limita e non fa crescere in particolar modo le piccole e medie imprese.

    Approfittare di questo tipo di incontri è stato per la ns. Associazione un confronto importante ed essenziale proprio per far emergere quanto negli anni non si è capito o non si è voluto affrontare” sottolinea la Presidente Valeria Severini.

    Una porta aperta alle aziende ed ai bisogni effettivi che questo territorio sicuramente non si farà sfuggire prossimamente e che auspichiamo faccia la differenza sostanziale che fino ad oggi non si è potuta avere approfittando di successivi interlocutori che continueranno su altri tavoli la messa in atto di quanto emerso.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Maria Grazia PROIETTI 2020-07-01 16:06:49
    Io non ho capito: tre preti fra S. Giacomo e Cortaccione e uno solo per Sacro Cuore e S. Sabino?.....
    Paolo 2020-06-30 22:54:58
    Buonasera, sono un appartenente della parrocchia di San Gabriele dell'Addolorata di Cortaccione, vorrei fare delle esternazioni in merito ai frequenti.....
    Moreno angeli 2020-06-29 11:02:45
    Carlo Alberto, perlomeno è rimasto il ricordo. Il ricordo di noi amici di una volta. Quello dei ragazzi di oggi,.....
    Carlo Alberto Bussoni 2020-06-29 06:56:21
    Speranze di gioventù andate tutte deluse grazie al tradimento dei sindacati, dei partiti sedicenti di sinistra. e del menefreghismo generale......
    Alexandra Almon 2020-06-26 22:57:11
    Carissimo Gianni Burli, la tua situazione sembra la fotocopia di quanto vissuto da noi negli ultimi due anni. Grazie a.....