Spoleto, cani uccisi da esche avvelenate

Le autorità competenti sono al lavoro per individuare i colpevoli – Al Comune segnalazioni da parte di veterinari e proprietari di cani

Nei giorni scorsi sono pervenute al Comune e alle autorità competenti segnalazioni da medici veterinari e proprietari di cani, relative a sintomatologie riferibili a sospetto avvelenamento o, addirittura, a casi di decesso per sospetto avvelenamento.

[wp_bannerize group=”Articoli-600×150″ random=”2″ limit=”1″]

Dalle testimonianze e dalle denunce è stata individuata, come possibile sito di abbandono di esche avvelenate, l’area tra Pincano – Pompagnano e la Flaminia Vecchia, con particolare riferimento al Fosso di Pincano.

Altre segnalazioni fanno presumere che, esche e bocconi avvelenati, siano presenti anche nella zona di Acquaiura. Si avvertono pertanto i cittadini della potenziale pericolosità delle aree in questione e si consiglia di tenere i cani al guinzaglio.

Nelle more dei risultati delle analisi necroscopiche e tossicologiche, il Comune ha richiesto un’intensificazione dei controlli e apposto cartelli nei principali punti di accesso.

Gli elementi acquisiti fino ad oggi sono al vaglio delle autorità competenti che, proprio in queste ore, stanno lavorando ad una serie di ipotesi per individuare i colpevoli.

Immagine da Internet

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commentiultimi pubblicati

Paola 2019-05-10 21:28:03
Ma il Sindaco di Spoleto?
Antonio 2019-05-05 19:56:24
Meglio il clientelismo arrogante, iniquo e supponente del PD? Meglio il fascismo rosso , la dittatura ipocrita degli amici degli.....
luigi 2019-04-29 17:16:30
soltanto una precisazione senza far polemiche , il campo e comunale e non della fenice che lo ha avuto per.....
Franco Spitella 2019-04-28 21:28:38
Quando non si sa più che dire, si cambia discorso. Tanto la figuretta ....... l'hai già fatta.
Casa Rossa - Francesco Spitella 2019-04-27 22:14:57
Non si capisce bene quale intervento Sante Donati abbia letto, forse ha sbagliato pagina, oppure si è confuso con qualche.....