Spoleto, attesa per l’inizio della stagione del Teatro Lirico Sperimentale

  • Letto 547
  • Domani al teatro Caio Melisso il debutto di Re di Donne

    Domani – venerdì 6 settembre 2019, ore 20.30 – debutta al Teatro Caio Melisso di Spoleto in prima mondiale assoluta Re di Donne, l’opera del compositore John Palmer, su libretto di Cristina Battocletti e John Palmer. Lo spettacolo inaugurale della 73ma Stagione Lirica Sperimentale di Spoleto – che andrà in scena anche sabato 7 settembre 2019 alle ore 20.30 e domenica 8 settembre 2019 alle ore 17.00, sempre al Caio Meliso – sarà diretto dal Maestro Vittorio Parisi, con la regia di Alessio Pizzech, scene di Andrea Stanisci, costumi di Clelia De Angelis e luci di Eva Bruno. Protagonisti vocali i vincitori del Concorso Comunità Europea per giovani cantanti lirici del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto “A. Belli” – ed. 2012, 2017 e 2018 – Lada Bočková (Ivana), Marco Rencinai (Rocco), Miryam Marcone (Martina) e Daniela Nineva (Frida).

    L’opera tratta del fenomeno del femminicidio, ispirandosi liberamente a fatti di cronaca tra cui anche liberamente il giallo di Avetrana. «Il femminicidio – scrive la librettista e giornalista del Sole 24 ore Cristina Battocletti – è l’aggressione del più debole per il dominio di un pensiero maschilista, e quindi non arma solo gli uomini contro le donne, ma anche le donne contro le donne». E Re di Donne racconta proprio di questo. Sul palco due donne e un uomo si atteggiano come in uno show televisivo e forti della propria immagine si armano contro una vittima ingenua e incapace di contrastare gli eventi che rapidamente si susseguono.

    La collaborazione con Palmer nasce sul web grazie ad un video in cui la giornalista moderava un incontro con Lucia Annibali – l’avvocato sfregiata dall’acido per la vendetta di un ex fidanzato – e Matilde D’Errico – l’ideatrice del programma “Amore criminale”. «Il destino ha voluto che ci incontrassimo – continua la giornalista – parlassimo di donne, tema molto caro anche al professor Palmer, e dell’urgenza di denunciare le violenze contro di esse, sperando anche di smuovere quell’atteggiamento sommerso di disparità tra i due sessi che in Italia ancora si respira. Non in tutte le situazioni, non in tutti gli ambienti, ma nel nostro Paese ancora tollera che gli stipendi di uomini e donne, a parità di mansioni, siano squilibrati a favore degli uomini, e che a livelli dirigenziali la presenza femminile sia spesso una rarità. Re di donne racconta una faccenda cruda, un delitto, l’elaborazione ignorante ed efferata a un sentimento di misoginia che l’Italia non può tollerare».

    La 73ma Stagione Lirica Sperimentale continua con Intermezzi del ‘700 Drossilla e Nesso (Teatro Caio Melisso | 13 – 14 settembre 2019, ore 20.30 e 15 settembre 2019, ore 17.00); Operalieder Liebeslieder su musiche di Brahms, Schubert e Schumann (Villa Redenta | 18 settembre 2019, ore 21) e il Barbiere di Siviglia con regia di Paolo Rossi (Teatro Nuovo | 17 settembre 2019, ore 18 (anche per le scuole) | 18 – 19 settembre 2019, ore 10.00 (anche per le scuole) | 20 – 21 settembre 2019, ore 20.30 e 22 settembre 2019, ore 17.00).

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Zorro 2020-07-23 19:20:34
    In genere ci sono due gatti un cane ed un cavallo agli eventi compresi il direttore di palazzo collicola ma.....
    Maria Grazia PROIETTI 2020-07-01 16:06:49
    Io non ho capito: tre preti fra S. Giacomo e Cortaccione e uno solo per Sacro Cuore e S. Sabino?.....
    Paolo 2020-06-30 22:54:58
    Buonasera, sono un appartenente della parrocchia di San Gabriele dell'Addolorata di Cortaccione, vorrei fare delle esternazioni in merito ai frequenti.....
    Moreno angeli 2020-06-29 11:02:45
    Carlo Alberto, perlomeno è rimasto il ricordo. Il ricordo di noi amici di una volta. Quello dei ragazzi di oggi,.....
    Carlo Alberto Bussoni 2020-06-29 06:56:21
    Speranze di gioventù andate tutte deluse grazie al tradimento dei sindacati, dei partiti sedicenti di sinistra. e del menefreghismo generale......