Spoletino acquista una bicicletta su internet ma è una truffa

  • Letto 351
  •  I Carabinieri individuano i responsabili 

    Nell’arco della settimana la Compagnia Carabinieri di Spoleto – si legge in un comunicato stampa del Comando provinciale di Perugia – ha proseguito le attività di repressione contro i reati consumati in materia informatica: segnatamente una truffa commerciale on line consumata ai danni di un cittadino spoletino.
    Nel dettaglio le indagini avevano avuto inizio a seguito della denuncia presentata, verso la fine dello scorso anno, da parte di un uomo di Spoleto che, dopo aver visionato un annuncio su di una piattaforma informatica, aveva deciso di acquistare una bicicletta mountain-bike inviando le somme di denaro tramite sistemi di pagamento elettronico. Successivamente, però, il prodotto acquistato non è mai giunto, motivo per il quale lo stesso riteneva necessario denunciare il fatto.
    La Stazione di Spoleto, dopo aver raccolto la denuncia, ha provveduto ad avviare le indagini con la finalità di identificare i presunti autori del reato che nel giro di poco tempo sono stati individuati.

    I presunti responsabili delle condotte illecite hanno proceduto mediante artifizi alla pubblicazione di un annuncio rivelatosi successivamente falso ed inattendibile. Inoltre, per rasserenare l’acquirente i soggetti avevano richiesto solo una parte della somma indicata nell’annuncio a titolo di caparra, quasi a significare che di lì a poco il prodotto sarebbe giunto contestualmente al pagamento della somma complessiva. Dopo una serie di contatti avuti il venditore non si faceva più rintracciare, soprattutto dopo l’insistenza dell’acquirente della volontà di ricevere la merce oggetto di acquisto.
    Le attività d’indagine svolte dai Carabinieri della Compagnia di Spoleto hanno provveduto a seguire il tracciato di compravendita individuando i presunti autori del reato e rimettendo il tutto alle valutazioni dell’autorità giudiziaria.
    L’aspetto fondamentale da tenere sempre a mente è il livello di massima attenzione dei cittadini sull’argomento connesso ai metodi di pagamento, valutando anche il sito di e-commerce dove acquistare, verificare eventuali recensioni e porre attenzione allorquando, dinnanzi a forti discrasie tra il prezzo di acquisto e il valore commerciale del prodotto, si riscontrano delle anomalie.
    Il Comando Provinciale di Perugia – conclude la nota stampa- sta riponendo massima attenzione al fenomeno delle frodi informatiche in senso ampio contrastando i reati cosiddetti cyber crimes sia in ottica di prevenzione che di repressione. La sinergia costante tra il cittadino e l’Arma dei Carabinieri permetterà di ridurre i margini di consumazione dei reati di tale tipologia garantendo l’idonea azione di contrasto. Le persone sottoposte ad indagini preliminari si presumono innocenti.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    giotarzan 2022-07-30 18:32:22
    Egregio assessore, la invito a visitare i due seggi siti in Cortaccione e dirmi se ritiene che ci siano gli.....
    giotarzan 2022-07-30 18:29:42
    Egregio assessore, la invito a visitare i due seggi siti in Cortaccione e dirmi se ritiene che ci siano gli.....
    Manuele Fiori 2022-07-07 18:07:34
    Finalmente un volto nuovo e persone serie al comando. Tanti auguri a tutti!
    Aurelio Fabiani 2022-07-07 10:27:07
    Sono d'accordo con Sergio Granelli. Se la Tesei e soci hanno dato il colpo più duro, quasi mortale, non si.....
    Sergio Granelli 2022-07-06 21:35:44
    Pero' dobbiamo essere onesti fino in fondo. Ricordiamoci anche della governatrice Lorenzetti e di tutti quelli che gli hanno consentito.....